18/11/2013 – 30.000 euro di Premio! A tutti i dirigenti e funzionari di palazzo Chigi. Perche’ usano le mail !

18/11/2013 – 30.000 euro di Premio! A tutti i dirigenti e funzionari di palazzo Chigi. Perche’ usano le mail !

Veramente, anziché una vergogna, uno schifo

Nei giornali è pubblicato piccolo piccolo, un trafiletto.

Lo sapete? Mentre l’italia muore di fame, i dirigenti di prima fascia della presidenza del Consiglio (gia ben pagati, in base alle diverse abilita’ che possiedono) hanno ricevuto un anche un bel premio da trenta mila euro.

E sapete perchè?

Ebbene, perche’ hanno finalmente inviato delle mail, e non scritto lettere con penna e calamaio.

Le nostre eccellenze di burocrati hanno (adesso) imparato ad usare l’email … e vengono premiati. Bravi !!!

Nel 2011, questo bonus è spettato a TUTTI (il 98%) dei funzionari più alti di Palazzo Chigi, nel 2012 al 99% dei dirigenti. Somme che vanno dai 26.600 euro ai 31.600. Del resto, col solo stipendio i 104 dirigenti della presidenza del Consiglio guadagnano circa 180mila euro all’anno. Ovviamente il governo – messo alle strette – si è mostrato indignato, strombazzando che aveva già pensato di cambiare le regole nel 2013.

Certo, come no? E chissa’ quanti simili “premi” restano sconosciuti alla gente. Vi rendete conto dell’assurdo? E’ il m5s o il giornalista a doversi accorgere della vergogna. E il governo, solo allora, fa spallucce e dice che “non lo fara’ piu'” (e magari intanto c’e’ chi gia’ cerca un altro sotterfugio).

Ovviamente di restituire i soldi, neppure a parlarne.

L’italiano medio non cambia. Non cambia (perche’ dovrebbe?) chi è in qualche posizione di potere, e blinda il sistema solo per parenti ed amici di famiglia. E purtroppo non si ribella chi, tutto questo, lo subisce.

Dobbiamo ancora lavorare molto.

FONTI:

http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?code=676&dt=2013-11-18&src=TLB

Palazzo Chigi, “30mila euro di bonus ai dirigenti che inviano email”

All’interno della Rassegna Stampa vengono pubblicati gli articoli di altre testate giornalistiche complete di eventuali nomi propri di persone coinvolte nei fatti. Europeanconsumers non vuole mettere alla gogna nessuno, pertanto chiunque voglia cancellare il proprio nome da un articolo pubblicato potrà farlo semplicemente mandando una mail a info@europeanconsumers.it indicando il proprio nome e l’indirizzo dell’articolo in questione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *