25 dicembre 2018 – Fuori gli ubriachi

UMBRIA24

Terni, stop alle danze: polizia nelle discoteche, fuori gli ubriachi

In un locale si ballava senza avere l’autorizzazione: ordinata la cessazione dell’attività

24 DICEMBRE 2018 – Fuori dalle discoteche i giovani evidentemente ubriachi e tra questi c’è pure chi accusa un malore. In un locale della immediata periferia di Terni, molto affollato, si ballava invece senza avere l’autorizzazione all’esercizio di trattenimenti danzanti e dunque senza la avvenuta verifica dei requisiti di sicurezza del locale e la questura ha ordinato l’immediata cessazione dell’attività di ballo abusivamente esercitata che sarà sanzionata a norma di legge. Queste le principali azioni della polizia, in servizio nei luoghi dello sballo.

Controlli straordinari Da Palazzo Bazzani e via Antiochia provano a dare una risposta a quei tanti genitori preoccupati che, non di rado, si ritrovano poco distanti dall’ingresso delle discoteche nel tentativo di controllare e proteggere i propri figli. Il recente summit convocato dal Prefetto di Terni Paolo De Biagi ha posto i gestori delle discoteche e dei locali da ballo di fronte alla responsabilità di adoperarsi fattivamente e proattivamente nel garantire le condizioni di sicurezza all’interno dei locali di pubblico spettacolo. Il questore Antonino Messineo- che attraverso la divisione di Polizia amministrativa e sociale della ha ormai da mesi avviato un serrato programma di controllo degli esercizi pubblici, dei circoli privati e dei locali destinati ad intrattenimento danzante- ha ulteriormente rafforzato il dispositivo di vigilanza soprattutto di quei locali frequentati dai giovanissimi, passati al setaccio per verificarne la regolarità delle autorizzazioni, il rispetto della normativa antincendio e dei piani di gestione dell’emergenza, la capienza dei locali (in cui gli avventori non possono essere in numero superiore al numero massimo di persone indicato nella licenza) e il rispetto del divieto di somministrazione/vendita di alcolici ai minori e durante la fascia oraria notturna.

Polizia in discoteca La squadra è scesa in campo anche nell’ultimo fine settimana effettuando controlli nelle giornate di sabato e domenica sia alle discoteche che ai locali da ballo della città e del suo hinterland anche in coincidenza con la programmazione, nella serata tra il 23 e il 24 dicembre scorso, dello School Village, la serata danzante degli studenti delle scuole superiori di Terni organizzata per festeggiare l’inizio delle vacanze natalizie. Al riguardo è stato impedito l’accesso, al luogo della manifestazione, ai giovani in evidente stato di ebrezza. «L’attività di monitoraggio costante comincia a dare i suoi frutti nella misura in cui i gestori dei locali stanno progressivamente acquisendo una maggiore consapevolezza del dovere giuridico e morale di salvaguardare i giovani e giovanissimi che li frequentano – ha affermato Claudia Di Persio, dirigente della divisione di polizia coinvolta -. È un lavoro che deve continuare con sempre maggior convinzione ma siamo sulla buona strada». (*)

 

(*) Nota: il problema del consumo e somministrazione di alcolici nei luoghi di aggregazione sembra venga finalmente preso in seria considerazioni attraverso azioni concrete. Questo almeno da parte di alcune questure.

 

IL TIRRENO

È la grande notte del Camel Ponce: ma occhio a multe e test anti-alcol

Il sindaco: prese tutte le misure necessarie per la sicurezza. Controlli a tutto campo di municipale e forze dell’ordine

di Luca Basile

PIETRASANTA, 24 dicembre 2018 – Calici al cielo, baci&abbracci e gli auguri migliori possibili: sipario alzato, questa sera, sul Camel Ponce nel centro storico cittadino. Si brinda al Natale e, già che ci siamo, al 2018 oramai ai titoli di coda. E a brindare saranno un po’ tutti: giovanissimi e meno giovani, famiglie e comitive provenienti da località non necessariamente versiliesi, perché il Camel in terra di Pietrasanta è rituale, di tendenza, che appartiene alla tradizione: prima il cenone poi «si fa un salto in piazza». Si ipotizzano oltre 5 mila persone a fare festa all’interno del perimetro nobile delle mura cittadine per la soddisfazione dei bar che temono, a questo punto, solo l’incognita meteo: le previsioni non sono proprio esaltanti. Il freddo e se vogliamo il gelo vanno bene – in fondo è Natale – ma la pioggia proprio no. Staremo a vedere.

Esercenti che potranno somministrare alcol fino alle 2 del mattino: poi stop con l’obbligo di tirare giù la saracinesca giusto un’ora dopo, quando l’ondata di anime avrà già cominciato, in buona parte, a lasciare la piazza. «Ci saranno vigilantes privati, anche all’esterno dei locali che partecipano al Camel Ponce, agenti della polizia municipale con due postazioni per l’alcol test e forze dell’ordine. Attiva anche la videosorveglianza dentro ed attorno al perimetro del centro storico. Come a dire che abbiamo preso tutte le misure necessarie – sono le parole del sindaco Alberto Giovannetti – per garantire l’ordine e la sicurezza pubblica, Piazza Duomo è diventata, nel corso degli anni, il punto di incontro per gli auguri, per scambiarsi i regali e per brindare insieme al Natale. Un bel rito che però deve svolgersi nel rispetto del patrimonio pubblico e della comunità». L’ordinanza, condivisa con la Prefettura di Lucca, prevede appunto che l’orario di somministrazione e vendita di bevande alcoliche e superalcoliche dovrà cessare dalle ore 2 alle 6 di domani mentre l’attività in generale degli esercizi commerciali dovrà comunque cessare dalle ore 3 alle 6.

«È vietato a chiunque di introdurre, detenere e trasportare all’interno dell’area oggetto dell’ordinanza, contenitori in vetro o metallo di alimenti e bevande così come è vietato a chiunque di abbandonare – precisano dal Comune – in luogo pubblico qualsiasi contenitore vuoto di bevande in particolare modo di vetri, alimenti, rifiuti e altri oggetti che possano creare pericolo ai fruitori delle aree pubbliche o di uso pubblico». Così come è vietato per i gestori vendere per asporto alimenti e bevande in contenitori o recipienti di vetro o metallo a partire dalle 22 di oggi fino alle 6. Detto delle barriere new jersey posizionate all’ingresso del centro storico e delle ordinanze viarie – sosta vietata in piazza Carducci dalle 20 di oggi così come sarà sospesa l’attività della pista ciclo-pedonale a margine del lato mare dell’Aurelia fra il viale Apua e via Osterietta con orario dalle 18 di oggi alle 7 di domani mattina – sarà bene ricordare che i rifiuti delle utenze domestiche e commerciali dovranno

essere posizionati all’esterno prima delle 6 di domani mattina. Il servizio di Ersu è infatti garantito dalle 6 alle 11 sempre di domani mattina. Poi, tutti a fare festa, per il pranzo di Natale, scorie festaiole del Camel Ponce, permettendo, ovviamente.

 

PIACENZA24

Alcol servito a minorenni, chiusura forzata di dieci giorni per un bar

24 DICEMBRE 2018 – Alcolici serviti a minorenni, chiusura forzata di dieci giorni per un bar in piazzetta delle Grida. Il provvedimento è stato applicato su disposizione del questore, in base all’articolo 100 del testo unico della legge di pubblica sicurezza.

La sera del 15 dicembre scorso polizia, polizia locale e guardia di finanza hanno effettuato un controllo congiunto all’interno dei locali pubblici della città finalizzato a verificare il rispetto delle norme di sicurezza e a prevenire la somministrazione di bevande alcoliche a soggetti minorenni. Giunti all’interno del bar Grida, gli agenti di polizia hanno accertato che erano stati venduti alcolici a due coppie di ragazzi, tre di 16 anni e uno di 17 anni. Quanto emerso ha spinto le forze dell’ordine a emettere il provvedimento in questione, concretizzatosi questa mattina, 24 dicembre.

Si tratta della 14esima ordinanza di chiusura temporanea nei confronti di altrettanti locali da inizio anno.

Oltre alla sospensione temporanea è prevista anche una sanzione amministrativa, il cui importo, per ogni singolo episodio, va dai 250 ai mille euro.

 

CUFRAD

TIMIDEZZA, ANSIA E ANGOSCIA: CORRELAZIONI CON IL CONSUMO DI ALCOL

24-12-2018

ECCO PERCHÉ LE PERSONE TIMIDE SONO PIÙ ANSIOSE E PERCHÉ L’ALCOL AUMENTA L’ANGOSCIA LE PERSONE TIMIDE HANNO MOLTA PIÙ PROBABILITÀ DI ESSERE ANSIOSE, ANCOR DI PIÙ SE HANNO BEVUTO ALCOL

Stefania Del Principe

Le persone timide di natura sono anche quelle che, generalmente, soffrono di più di ansia e angoscia. Probabilmente tutti i soggetti che convivono con questa condizione fin dai primissimi anni di vita sanno esattamente di cosa stiamo parlando. E a conferma di tale ipotesi vi è una ricerca condotta dall’University College di Londra, la quale ha messo in evidenza come i timidi abbiano molta più probabilità di sperimentare la paura. Inoltre, hanno anche scoperto che le persone che fanno baldoria la sera prima hanno molte più probabilità di sperimentare l’angoscia il giorno seguente. Ecco i risultati di questo interessante studio.

Baldoria e timidezza

Durante l’indagine coordinata da Beth Marsh, assistente di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia Clinica, Educativa e della Salute dell’università di Londra, sono state reclutate circa cento persone a cui è stato chiesto di bere o di rimanere sobri. A ognuno di loro è stato anche valutato il livello di timidezza e di fobia sociale. Dopo aver fatto bere circa un paio di drink al gruppo «alcol», gli scienziati hanno confrontato i livelli di ansia dopo i postumi da sbornia. Dai risultati è emerso che, anche in questo caso, i timidi hanno molta più probabilità di sperimentare la paura.

Più sei timidi più hai l’ansia

«Un significativo aumento dell’ansia il giorno successivo è stato osservato in partecipanti molto timidi», ha dichiarato Marsh. Tuttavia, i ricercatori hanno anche scoperto che le persone timide avevano maggiori probabilità di sviluppare un problema con l’alcol. Ricordiamo che l’abuso di alcolici viene definito come un consumo maggiore di alcolici rispetto alla quantità giornaliera raccomandata.

Perché i timidi?

Come ben si sa, l’alcol influenza il proprio umore aumentando (per un breve lasso di tempo) la propria sicurezza. Tuttavia, il giorno seguente si assisterà a un effetto depressivo che porterà all’ansia e a un forte disagio interiore. «Quando il tuo corpo elabora l’alcol nel tuo sistema, in realtà inizierai a sperimentare gli stessi sintomi da astinenza di qualcuno con problemi di alcolismo», spiega Drink Aware.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

IL RESTO DEL CARLINO

Incidente Persiceto, esce di strada e finisce denunciato per guida in stato d’ebbrezza

Bologna, lite tra ex coniugi. Denunciato il marito ubriaco

 

VERONA SERA

Lite in strada, padre e figlia aggrediti da 2 ubriachi: andranno a processo

 

IL GIORNALE

Modena, magrebino ubriaco provoca incidente e aggredisce carabinieri

Carcere di Bologna: detenuti ubriachi pestano 5 agenti

 

QUOTIDIANONLINE

Ubriaco entra nel recinto delle tigri e viene aggredito

 

CORRIERE DELLA SERA

Ubriaco, minaccia di morte e rincorre la moglie con un coltello: denunciato

 

ILMAMILIO

Ciampino: 35enne ubriaco e drogato semina il panico con la sua auto in centro

 

INTERNAPOLI

Arriva ubriaca al cenone della vigilia, maxi lite tra parenti nel Casertano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *