2 febbraio 2019 – Io vivo sano

FONDAZIONE VERONESI

Dal 7 febbraio al via il ciclo di incontri con gli studenti delle scuole superiori. Ai workshop cinematografici parteciperanno specialisti e giornalisti di Fondazione Veronesi

«Io vivo sano», incontri in 10 città per parlare ai giovani di dipendenze

Ripartirà il 7 febbraio da Grosseto il tour di «Io Vivo Sano – Dipendenze», iniziativa di divulgazione rivolta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Scopo del progetto – alla seconda edizione, dopo quella dello scorso anno che ha visto coinvolti oltre tremila studenti di 15 diverse città, grazie all’impegno delle delegazioni – è quello di sensibilizzare e informare gli studenti riguardo le possibili conseguenze per la salute che un abuso di fumo, alcol e droga può comportare.

Nell’anno in corso sono previsti 10 workshop cinematografici in altrettante città italiane. Dopo la proiezione del film «Flight» (Robert Zemekis, 2012), ci sarà un dibattito tra gli studenti, i giornalisti di Fondazione Umberto Veronesi e gli specialisti che saranno coinvolti (Emanuele Scafato e Maria Francesca Amendola).

La volontà di realizzare tale attività sorge da un evidente bisogno di informare riguardo una problematica molto attuale ed importante che interessa gli adolescenti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che ogni anno sei milioni di persone muoiano per gli effetti tossici del fumo di sigaretta e 3,3 milioni per l’abuso di alcolici. Sono inoltre 15,3 milioni le persone al mondo dipendenti da stupefacenti, con tutte le conseguenze mediche, economiche e sociali che ne conseguono.

Di seguito il calendario degli incontri (in aggiornamento):

7 febbraio Istituto Superiore polo «L. Bianciardi» – Grosseto

21 febbraio Istituto Superiore «F. Algarotti» – Venezia

20 marzo Liceo «E. Vittorini» – Napoli

21 marzo – Vibo Valentia

27 marzo Liceo Classico «D. Alighieri» – Roma

28 marzo – Bergamo

29 marzo – I.P.S. «F.S. Cabrini» e I.T.E.S. «Pitagora» (cinema Ariston) – Taranto

4 aprile Istituto Superiore «F. Selmi» – Modena

16 aprile Istituto Superiore «E. Majorana» – Palermo

 

CORRIERE DELLA SERA – FORUM NUTRIZIONE

venerdì 1 febbraio 2019

Diabete tipo 2

Buongiorno dottore, nei giorni scorsi lei ha scritto che il diabete tipo 2 puo’ insorgere anche nelle persone normopeso. Questo vale solo nel caso di alimentazione squilibrata e vita sedentaria o chiunque e’ a rischio a prescindere dall’alimentazione e dallo stile di vita ? Volevo chiedere anche un altro paio di domande sul tema, una riguarda l’influenza dell’alcol sul diabete, ho sempre letto che i diabetici dovrebbero eliminare o limitare al massimo il consumo di alcol ma ho letto anche che l’alcol ha come effetto immediato l’abbassamento dell’indice glicemico, e’ vero od ho letto male ? Infine volevo chiedere se c’e’ collegamento tra indice glicemico e pressione del sangue, cioe’ se se aumenta la glicemia aumenta anche la pressione e viceversa oppure sono due fenomeni scollegati tra loro.

di Bob

 

LA RISPOSTA A CURA DEL DOTT. ANDREA GHISELLI

Il diabete è una malattia che si sviluppa su spinta ambientale su una predisposizione genetica. Serve quindi una spinta ambientale che può essere la sedentarietà o una dieta un po’ troppo abbondante, non necessariamente di zuccheri.

L’alcol non interferisce con l’indice glicemico, ma blocca il meccanismo di difesa contro l’ipoglicemia. Vale a dire che il nostro organismo mantiene la glicemia corretta con un continuo equilibrio tra consumo e produzione di glucosio. Un diabetico che sarà trattato certamente con metformina a volte vede scendere pericolosamente la glicemia proprio in seguito a trattamento. Se consuma alcolici rischia di compromettere il sistema che tende a rialzare la glicemia, con in serio rischio di gravi episodi di ipoglicemia.

Sì, c’è correlazione tra indice glicemico e pressione sanguigna

 

LATINATODAY

Latina, tolleranza zero verso la guida sotto l’effetto di alcol e droga: raffica di denunce

Il bilancio di un’attività straordinaria di controllo dei carabinieri effettuata nel capoluogo pontino

Redazione

02 febbraio 2019 – Tolleranza zero sulla guida sotto l’effetto di alcol e di sostanze stupefacenti e sull’uso del telefonino. Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio effettuato a Latina e finalizzato alla prevenzione e repressione di reati, i carabinieri della compagnia locale hanno denunciato quattro persone. (*)

Un 45enne è stato deferito in stato di libertà per guida con patente revocata; per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti è stato invece denunciato un 31enne, trovato anche in possesso di 8 grammi di hashish. Per possesso ingiustificato di strumenti da scasso e per porto di oggetti atti ad offendere sono stati infine denunciati un 25enne di Latina (trovato una tronchese che è stata sottoposta a sequstro) e un 38enne di Roma, al quale è stato sequestrato un coltello a serramanico.

Nell’ambito degli stessi servizi di controllo sono state segnalate all’autorità amministrativa per possesso per uso personale di droga un 27enne francese che aveva 6 grami di hashish, un 18enne e altri due uomini di 31 e 22 anni, trovati con dosi di hashish e marijuana.

Il bilancio complessivo dei controlli è di 111 persone identificate, 97 mezzi fermati, 4 patenti ritirate, 9 veicoli sequestrati, 21 contravvenzioni elevate.

 

(*) Nota: verso la sicurezza stradale la tolleranza zero non dovrebbe essere un atto straordinario. Qualsiasi vittima della strada è un evento evitabile.

 

ALTARIMINI

Evita il carcere ma deve disintossicarsi dall’alcol: beccato più volte ubriaco e arrestato

Un 45enne riminese perde il beneficio dell’affidamento in prova e si trova ora recluso ai Casetti

02 Febbraio 2019 – Ad un 45enne riminese, nei guai con la giustizia, era stato concesso il beneficio dell’affidamento in prova. In particolare l’uomo si era impegnato a seguire un percorso di recupero, presso il locale sert, per disintossicarsi dall’alcol. Inoltre gli era stato prescritto il diveito di bere alcolici. I buoni propositi sono rimasti sulla carta. Il 45enne è stato infatti sorpreso dalla Polizia più volte in stato di ubriachezza, assumendo anche comportamenti molesti. Il riminese ha perso i benefici che gli erano stati concessi ed è stato portato dalla Polizia al cercare dei Casetti di Rimini.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

CIOCIARIA24

Sotto effetto di alcool e cocaina invade corsia opposta e provoca un frontale

 

ABRUZZOLIVE

20enne ubriaco compie sorpassi pericolosi in galleria. Provvidenziale l’intervento della polizia …

 

LA STAMPA

Rivoli, ubriaco guida contromano per sfuggire ai vigili, denunciato

 

OGGITREVISO

Sale sul bus ubriaco e con la birra, insulta e sputa all’autista

 

ILPèIACENZA

Uno guida ubriaco e l’altro imbraccia un fucile rubato: in casa un arsenale, arrestati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *