3 febbraio 2019 – No alcol No crash

RADIOMADEINITALY

La redazione

“No alcol No crash”. Lunedi a Bari la presentazione del progetto a contrasto dell’uso di alcol e droga alla guida

Lunedì 4 febbraio, alle ore 11, nella sala giunta di Palazzo di Città, si terrà la presentazione del progetto “No alcol no crash” gestito dalla cooperativa sociale CAPS in rete con i Comune di Bari e di Bitonto, l’Asl e l’ufficio regionale del Garante dei Diritti dei Minori per conto della presidenza del Consiglio dei Ministri – dipartimento Politiche giovanili e dipartimento Politiche antidroga.

Il progetto intende promuovere un piano di interventi di prevenzione e contrasto all’incidentalità stradale causata dall’uso di alcol e droga, che prevede momenti di sensibilizzazione rivolti ai minori. Nel corso dell’incontro verrà lanciata la campagna di prevenzione e sensibilizzazione.

Alla conferenza interverranno l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio, il direttore del dipartimento Dipendenze patologiche dell’ASL di Bari Antonio Taranto, il garante regionale dei diritti dei minori Ludovico Abbaticchio e il presidente CAPS Marcello Signorile.

 

AUTOMOBILISMO

Con Huawei se sei ubriaco l’auto farà la spia

Un innovativo sistema sarà in grado di capire se il conducente è sotto l’effetto di alcol o di sostanze stupefacenti e, in caso affermativo, di rivolgersi alle Forze dell’Ordine.

Se vi capita ogni tanto di guidare in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, magari tentando la sorte di non essere pizzicati dai controlli delle Forze dell’Ordine, sappiate che prima o poi questa pratica presto potrebbe diventare ancora più pericolosa di quella che già non è. Ricordiamo a tutti che nessuno e in nessuna occasione dovrebbe mettersi alla guida dopo aver bevuto o dopo essersi drogato, ne va della vostra sicurezza e di quella degli altri, ma in futuro, se ciò dovesse accadere, potreste vedervi traditi proprio da uno dei tanti dispositivi installati a bordo della vostra vettura.

Fratello maggiore

La Huawei avrebbe brevettato un innovativo sistema di bordo in grado di monitorare le condizioni psicofisiche del conducente così da capire se questo è sotto l’effetto di alcol e/o di sostanze stupefacenti. Il moderno sistema, per funzionare, si avvale di numerosi sensori e telecamere e di un avanzato programma che tengono sotto controllo lo stato del conducente e, in caso di comportamenti anomali, è in grado in primis di allertare il conducente a tenere una condotta più prudente e attenta ma anche in casi estremi di allertare una vera e propria pattuglia della polizia stradale.

Amico o nemico?

Il sistema sarà persino in grado di rilevare l’insorgere di possibili colpi di sonno o l’instaurarsi di una guida disattenta a causa dell’utilizzo di uno smartphone o di altri dispositivi elettronici. Un angelo custode che però potrebbe essere visto da molti come una vera e propria spia, una sorta di nemico insomma, che in casi estremi potrebbe persino consegnarci nelle mani delle Forze dell’Ordine.

 

LA PROVINCIA

Alcol ai minori, controlli sui locali pubblici. E i distributori? E’ Far West

Segnalazione di una mamma: «Adolescenti di procurano la birra grazie alle tessere sanitarie prestate dagli amici maggiorenni»

VIADANA – Bevande alcoliche in mano a minorenni, una mamma lancia l’allarme: «Passando accanto a uno dei distributori automatici che ci sono in centro, ho visto dei ragazzini, che non potevano avere più di 14-15 anni, con grosse bottiglie di birra. Allora mi sono fermata e ho chiesto spiegazioni, mi hanno detto che erano stati degli amici maggiorenni a comperarle per loro. Possibile che non si possa fare qualcosa per impedire tutto ciò?». La segnalazione della signora ci ha spinto a verificare di persona. In effetti molti distributori automatici mettono a disposizione anche bottiglie di vino e birra e, per impedire che i minorenni possano acquistarle, l’accesso ai prodotti è possibile solo introducendo la tessera magnetica sanitaria, che riporta l’esatta età del possessore. Fatta la legge, però, trovato l’inganno. Sono bastate un paio di domande ad alcuni adolescenti di nostra conoscenza per avere la conferma: spesso sono gli amici maggiorenni, dotati di tessera, a ritirare le bottiglie.

 

GAZZETTA DI MODENA

Carpi, vende alcol a minorenni. Maxi multa a commerciante

Controllo dei carabinieri in un negozio di via Trasimeno, all’interno un minore di 18 anni aveva appena acquistato una bevanda alcolica. Ora il negozio rischia la chiusura fino a 3 mesi.

CARPI, 03 FEBBRAIO 2019 – I carabinieri di Carpi hanno denunciato un pakistano 28enne, residente a Carpi in Via Lago Trasimeno, titolare di un esercizio commerciale in città, colpevole di aver venduto bevande alcoliche a minorenni.

Al momento del controllo – secondo quanto riferisce una nota dell’Arma – i carabinieri hanno sorpreso nel piccolo mini-market, aperto anche di sera, un minore di 18 anni che aveva appena acquistato delle bevande alcoliche. E’ così scattata una multa di 341 euro. Sempre nel corso della verifica è emerso che in precedenza il commerciante avrebbe venduto alcolici anche a sedicenni. Da qui la denuncia alla procura.

In base a questi rilievi la situazione per il commerciante rischia di complicarsi, in quanto come sanzioni accessorie, il sindaco può decidere la sospensione della licenza fino ad un massimo di tre mesi.

 

CORRIERE ADRIATICO

Civitanova, blitz interforze in discoteca tra droga, ubriachi e principi di rissa

CIVITANOVA – Droghe, alcolici fuori orario, ubriachi, un principio di rissa: notte agitata per le forze dell’ordine durante un blitz interforze in una nota discoteca di Civitanova.

Hanno partecipato personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura di Macerata, i Carabinieri di Macerata, i Finanzieri di Civitanova ed Vigili del Fuoco di Macerata. L’unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza, ha operato numerosi controlli di persone sia all’interno che all’esterno del locale, trovando alcune dosi di cocaina, rinvenute sulle scale di ingresso esterne, e alcune dosi di hashish a carico di un giovane di 21 anni residente in provincia di Ancona.

Due ragazzi di 27 e 21 anni del fermano verranno sanzionati per lo stato di evidente ubriachezza. Gli agenti in borghese hanno anche constatato come un barista abbia servito alcoli dopo le 3: sanzioni per lui e per l’avventore. Una ragazza 19enne è stata soccorso dall’ambulanza perché pesantemente ubriaca. Alle 4.30 gli agenti sono intervenuti per sedare una lite fra giovani che era scoppiata all’esterno del locale. Uno dei contendenti, un cittadino marocchino di 34 anni, pluripregiudicato, contiunuava ad urlare dopo l’intervento: arriverà anche per lui la sanzione oltre alla denuncia.

 

MILANOPOST

Rissa Tra Ubriachi Equadoregni: 7 Arrestati

Maxi rissa in zona Bicocca. A fronteggiarsi due gruppi di ecuadoregni, di età compresa dai 24 ai 30 anni, ubriachi dopo un’intera nottata passata in giro per locali. C’è voluto l’intervento di 5 volanti della polizia con gli agenti impegnati per oltre mezz’ora a dividere i litiganti per far cessare la violenta rissa che è scoppiata fuori da una paninoteca di via Chiese. La rissa sarebbe scoppiata a causa di una bottiglia che ha colpito alla testa, non in modo grave, uno dei litiganti. S quanto riporta la Questura la più scalmanata dei due gruppi era una ragazza che non ne voleva proprio sapere di desistere dalla contesa: nel tentativo di fermarla un poliziotto è stato anche graffiato in viso. Sono poi stati arrestati sei uomini e la donna con l’accusa di rissa, lesioni aggravate e resistenza. Alcuni hanno precedenti per spaccio e danneggiamenti. Alla rissa hanno partecipato altri connazionali degli ecuadoregni arrestati ma, all’arrivo delle volanti, sono scappati. Qualcuno è stato ferito e anche portato al pronto soccorso per medicazioni.

 

ALTRA CRONACA ALCOLICA

 

IL GIORNALE

Piacenza, rumeni ubriachi e con fucile in auto: in casa un arsenale

 

QUICOMO

Notte alcolica a Olgiate Comasco, soccorsi quattro ragazzi ubriachi: tutti minorenni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *