25 febbraio 2019 – Dati allarmanti

“RISULTATI A  DIR POCO ALLARMANTI”

 

https://www.ecodibergamo.it/videos/video/controlli-della-polstrada-uno-su-tre-e-positivo_1039734_44/

Controlli della Polstrada: è allarme
Uno su tre è positivo a droga e alcol

Sabato 23 Febbraio 2019

Notte di controlli da parte della Polstrada sulle strade della nostra provincia. E i risultati sono a dir poco allarmanti. Dall’ 1 alle 7 del mattino un guidatore controllato su tre è risultato positivo al test contro droga e alcol. E sono state ritirate 6 patenti con 73 punti complessivamente decurtati. Il servizio di prevenzione antistragi mirato al controllo della guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o alcoliche ha palesato ancora una volta una situazione di superficialità e sottovalutazione dei rischi da parte di chi si mette al volante alla fine di una serata fra amici. E non parliamo solo di giovanissimi, anzi, in questo caso i pizzicati sono tutti compresi fra i 26 e i 42 anni. Tre uomini guidavano sotto l’effetto di cocaina, anfetamina e cannabis. Altri tre con tasso di alcol superiore al consentito. Sanzionati diversi automobilisti anche per violazioni al codice della strada. Inosservanza della segnaletica orizzontale, quindi sorpassi non consentiti, mancanza di revisione e addirittura un guidatore fermato per guida in contromano. Sei le patenti ritirate. Complessivamente 18 i conducenti controllati, di cui il 30% è risultato positivo.

 

MINORENNE UBRIACA: DI CHI LA COLPA?

GENITORI? SCUOLA? BARISTI? NEGOZIANTI? FORZE DELL’ORDINE?

 

https://www.anconanews.it/2019/02/25/troppo-alcol-a-14-anni-ragazzina-soccorsa-allesterno-di-una-discoteca/

Troppo alcol a 14 anni ragazzina soccorsa all’esterno di una discoteca

Di corriere adriatico

25 Febbraio 2019

MONSANO – Quattordici anni e già così ubriaca da non reggersi in piedi. I soccorsi del 118 sono scattati verso l’una di sabato, quando i sanitari della Croce verde sono stati chiamati dagli addetti della security della discoteca Miami di Monsano preoccupati per le condizioni di una ragazzina, poco più che una bambina, che si trovava all’esterno del locale appoggiata ai muretti della recinzione e non riusciva a reggersi in piedi. Quattordici anni, una studentessa jesina di prima media di Jesi. Era da sola e stava male.

A malapena spiccicava il suo nome e comunque rifiutava di ammettere i suoi acerbi 14 anni, ridotti in quello stato. I sanitari, raggiunti nel frattempo dai Carabinieri del Radiomobile di Jesi che stavano pattugliando la zona in servizio di controllo del territorio, hanno trasportato la minorenne al pronto soccorso dell’ospedale “Carlo Urbani” con un codice giallo. Non era ancora in coma etilico, rispondeva alle domande seppur in modo confuso e rallentato, ma accusava senso di nausea, vertigini, forte mal di testa. Una condizione da trattare subito in ospedale.

 

“UN CENTRO RESIDENZIALE PER LE POLIDIPENDENZE E LA COMORBILITÀ PSICHICA” A SALERNO.

 

https://www.italia2tv.it/2019/02/25/un-centro-per-curare-le-dipendenze-che-colpiscono-i-giovani-sara-creato-nellex-ospedale-di-santarsenio/

Un Centro per curare le dipendenze che colpiscono i giovani: sarà creato nell’ex ospedale di Sant’Arsenio

di italia2tv · 25/02/2019

Un Centro Residenziale per le Polidipendenze e la Comorbilità Psichica. E’ quello che attraverso una delibera del Commissario Straordinario dell’Asl Salerno sarà attivato nella struttura dell’ex ospedale di Sant’Arsenio, precisamente al secondo piano dove prima era allocato il reparto di Fisiopatologia Respiratoria e poi la Scuola infermieristica. Un servizio di grande importanza, voluto dal direttore del Dipartimento di Salute Mentale, il dott. Giulio Corrivetti su spinta anche dei rappresentanti territoriali della Cgil e del segretario provinciale del sindacato Pasquale Addesso. Si tratta di un servizio di grande importanza, che nella fase sperimentale partirà con sei posti letto per poi aumentare a 10 posti letto. In sostanza il Centro si occuperà di tutte quelle persone che hanno problemi di dipendenze: alcol o droghe e anche di comportamenti compulsivi dati da azzardo fisico o on line o internet dipendenze che sono responsabili dell’escalation di disturbi fisici e psicologici soprattutto in soggetti giovanissimi. Questa tipologia di centro residenziale nasce anche in seguito al Piano di Azione Regionale di Contrasto alle Dipendenze patologiche approvato nel 2016 che prevede l’attivazione di trattamenti sperimentali brevi per persone con problemi di addiction. Il centro che verrà allocato nell’ex ospedale di Sant’Arsenio offrirà un vero e proprio percorso che integra l’aspetto psicologico, educativo e medico con un importante coinvolgimento del sistema familiare e sociale ed un percorso personalizzato per il miglioramento del benessere psico-fisico e delle capacità relazionali del paziente. “Il nuovo servizio, aggiungono i rappresentanti territoriali della Cgil, è un importante segno di “rinascita” per l’ex ospedale di Sant’Arsenio”.

 

CONSEGUENZE DELLA GUIDA IN STATO DI EBBREZZA

 

http://www.carinola.net/news-dalla-provincia/cronaca-e-nera/10281-guido-sotto-effetto-dell-alcol-arrestato-deve-espiare-3-anni-3-mesi-e-29-giorni.html

Guidò sotto effetto dell’alcol arrestato! Deve espiare 3 anni, 3 mesi e 29 giorni!

23 Febbraio 2019

I Carabinieri della Stazione di Capua, in ottemperanza all’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Napoli, hanno tratto in arresto un 41enne del posto. L’uomo deve espiare pena di anni 3, mesi 3 e giorni 29 di reclusione, perché riconosciuto colpevole reato di guida sotto l’influenza di alcol commesso in Capua nell’anno 2015.

L’arrestato è stato sottoposto alla detenzione domiciliare presso la propria abitazione.

 

https://ilmeridio.it/san-gregorio-dippona-ubriachi-tentano-di-sfuggire-al-controllo-dei-carabinieri-nellauto-75-grammi-di-droga/

San Gregorio d’Ippona. Ubriachi, tentano di sfuggire al controllo dei Carabinieri: nell’auto 75 grammi di droga

23 Febbraio 2019

Nicola Martino

Sono stati denunciati, rispettivamente, per guida in stato di ebbrezza e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

La notte scorsa una “Gazzella” del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Vibo Valentia, intenta ad effettuare un posto di controllo lungo la Statale che lambisce San Gregorio d’Ippona, ha intercettato una vettura che percorreva la strada a folle velocità.

L’automobile, alla quale è stato intimato l’alt, ha omesso di fermarsi determinando un rocambolesco inseguimento che fortunatamente è terminata poco dopo in una strada secondaria senza alcun danno alle persone o alle cose.

Alla guida del mezzo è stato trovato il 24enne B.D., risultato positivo all’alcoltest con un tasso oltre il doppio del minimo consentito. Il passeggero, B.P. 23 anni, è stato immediatamente perquisito sul posto e trovato in possesso di una busta contenente 75 grammi di marijuana. Data la presenza della sostanza stupefacente, le attività dei Carabinieri si sono estesi anche alle abitazioni dei due giovani riscontrando, presso la casa del conducente, che vi era stato realizzato un impianto elettrico completamente abusivo che consentiva il furto di energia elettrica dalla vicina rete di distribuzione. In quest’ultimo caso è stato deferito per furto di energia elettrica alla Procura di Vibo Valentia il padre del ragazzo, il 54enne B.P..

I due giovani, rispettivamente, sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza (oltre al ritiro della patente di guida ed al sequestro del mezzo) e per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio.

 

https://www.piacenzasera.it/2019/02/due-incidenti-leffetto-dellalcol-patenti-ritirate-auto-confiscate-castello-gragnano/285452/

Due incidenti sotto l’effetto dell’alcol: patenti ritirate e auto confiscate Castello e a Gragnano

di Redazione – 25 Febbraio 2019 – 11:57

Incidenti sotto l’effetto dell’alcol, due automobilisti denunciati nel giro di poche ore dai carabinieri della Compagnia di Piacenza.

Il primo caso si è verificato sabato sera, quando un 25enne albanese residente a Castel San Giovanni ha violentemente tamponato una vettura in via Emilia Pavese a Castello: una Peugeot 108 condotta da una donna 30enne residente a Pavia.

Sul posto è giunto il personale sanitario per prestare soccorso ed i carabinieri della Stazione di Castel San Giovanni. Al termine dei rilievi per il giovane sono iniziati i guai.

Sottoposto ad accertamento con etilometro è infatti risultato che l’albanese si era messo alla guida con un tasso alcolemico di 1,44 grammi per litro, ben oltre il limite consentito per legge. E’ stato perciò denunciato alla Procura della Repubblica di Piacenza per guida in stato di ebbrezza alcolica.

Inoltre gli è stata ritirata seduta stante la patente di guida e si è visto sottoporre a fermo amministrativo ai fini della confisca la sua Audi A7, a bordo della quale aveva causato il tamponamento.

Sorte analoga per un 51enne piacentino, residente a Rivergaro, che dopo aver perso il controllo della propria autovettura a Gragnano Trebbiense sulla strada provinciale 7, venerdì sera è uscito di strada terminando la propria corsa in un campo.

Anche in questo caso, i Carabinieri della Stazione di San Nicolò accorsi per prestare soccorso e per eseguire i rilievi hanno sottoposto il guidatore al controllo con etilometro.

Il tasso alcolemico registrato era di 1,21 grammi per litro, e per questo oltre alla denuncia a piede libero, il 51enne di Rivergaro ha dovuto dare l’addio alla propria patente ed alla propria autovettura che è stata sottoposta a fermo amministrativo.

 

CONSEGUENZE DEL CONSUMO DI COCAINA, VINO, BIRRA ED ALTRI ALCOLICI

 

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/dj-inglese-muore-suo-bambino-braccio-1651199.html

Noto dj sniffa cocaina e muore mentre tiene in braccio il suo bambino

Michael Hollingworth, noto dj inglese, muore mentre tiene tra le braccia il suo figlioletto di pochi mesi. A fare la tragica scoperta è stata la sua compagna

Antonio Mosca – Dom, 24/02/2019

Michael Hollingworth era un noto dj inglese di 42 anni. Il suo corpo è stato ritrovato dalla sua compagna, nella loro casa di Cleethorpes, cittadina vicina a Grimsby, 260 km a nord di Londra.

L’uomo, al momento del decesso, stringeva tra le sue braccia il figlioletto di pochi mesi. La scena che si è presentata dinanzi alla donna, dunque, è stata particolarmente tragica e crudele. Hollie Bridgewater (questo il nome della compagna del dj), infatti, avendo visto l’uomo con gli occhi chiusi tenere in braccio il neonato, credeva che i due si fossero addormentati. Ma provando a svegliare il suo Michael, non ha potuto far altro che rendersi conto che l’uomo giaceva ormai senza vita.

L’uomo era uscito con gli amici la sera prima e aveva fatto uso di sostanze stupefacenti, di cocaina secondo il Mirror. Dunque, la morte sarebbe sopraggiunta per un arresto cardiaco dovuto ad un utilizzo eccessivo di droga e di alcol da parte del dj, cosa che ha destabilizzato i suoi numerosi fans. Michael era molto conosciuto in Inghilterra e la notizia ha fatto subito il giro del Paese, lasciando gran parte dell’opinione pubblica sotto choc.

La compagna del dj inglese aveva notato che lui si comportasse in maniera strana nell’ultimo periodo, tanto che ha rivelato che avesse tentato anche il suicidio in precedenza. Mai avrebbe, però, pensato ad una fine così crudele, che lascia dietro di sè un’immagine drammatica e tristemente dolce, di un padre che, forse, voleva restare attaccato alla vita grazie all’amore per suo figlio.

 

https://giornaleditreviglio.it/cronaca/aggrediscono-il-capotreno-e-danneggiano-il-vagone-denunciati-sei-giovani/

Aggrediscono il capotreno e danneggiano il vagone, denunciati sei giovani

Treviglio 25 Febbraio 2019

Contestato anche il concorso di persone in interruzione di pubblico servizio.

Hanno aggredito il capotreno e poi si sono divertiti a danneggiare il vagone su cui viaggiavano. Sei giovani, sbandati e ubriachi, sono stati rintracciati nella stazione di Verdello-Dalmine e poi denunciati dai carabinieri. Contestato anche il concorso di persone in interruzione di pubblico servizio.

Ubriachi sul treno

Sabato sera scorso, intorno alle 20, una chiamata al “112” ha richiesto l’intervento di diverse pattuglie della Compagnia dei carabinieri di Treviglio nella stazione di Verdello-Dalmine a Verdellino. Sul regionale Milano – Bergamo, alcuni giovani “sbandati”, sotto l’effetto di alcol e forse anche sdi sostanze stupefacenti, avevano aggredito il capo treno intervenuto per “rimettere ordine” nel vagone occupato dai ragazzi, sia italiani che stranieri (precisamente quattro italiani, un marocchino ed un rumeno), con un’età compresa tra i 16 e i 35 anni.

Atti vandalici e aggressione

I giovani, tre uomini e tre donne, erano diretti a Bergamo per trascorrere una serata probabilmente di eccessi. Lungo il tragitto, però, gli stessi si sono resi protagonisti di alcuni atti vandalici e di condotte moleste al punto tale da far intervenire il capo treno, oltre che di un vigilantes in quel momento libero dal servizio. Il capo treno è stato addirittura aggredito fisicamente da due di loro, un ragazzo ed una ragazza, motivo per il quale per i due è seguita anche una denuncia a piede libero per violenza e lesioni personali ad incaricato di pubblico servizio.

Rintracciati e denunciati

Intervenuti in forze alla stazione, le pattuglie dell’Arma hanno quindi rintracciato e preso in consegna i sei giovani, quasi tutti già noti alle Forze dell’ordine e senza di fatto una fissa dimora, accompagnandoli così in Caserma a Treviglio per le operazioni di identificazione. Per tutti quanti è scattato il deferimento in stato di libertà alla Magistratura bergamasca per concorso di persone in interruzione di pubblico servizio. Per l’unica minorenne, una rumena 16enne, è stato contestato anche il reato di furto aggravato (si era appropriata di un martelletto frangi vetro, poi recuperato dai carabinieri e restituito al capotreno).

 

INZIATIVE DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE

 

http://www.bresciaoggi.it/territori/città/pattuglie-serali-e-visite-alle-centrali-operative-1.7145513

Pattuglie serali e visite alle centrali operative

24.02.2019

«Venite con noi a vedere che cosa succede nelle vie di Brescia, i pericoli che derivano dall’eccesso di velocità, dall’abuso di alcol o di sostanze stupefacenti. Venite e toccate con mano l’importanza e la delicatezza dei compiti delle forze dell’ordine e di coloro che portano i soccorsi». E’ questo il senso dell’iniziativa che ogni anno viene rivolta agli studenti delle superiori da parte del Comando della polizia municipale, Ufficio di educazione alla legalità, con la Croce Bianca, i vigili del fuoco, l’associazione CONdividere la strada. PREVEDE la visita alle centrali operative e poi turni di pattugliamento serale e notturno con i ragazzi accompagnati dagli agenti. Possono aggiungersi genitori e insegnanti ma muniti di mezzo proprio. Il lavoro è quello normale del sabato sera, con i controlli, i palloncini, l’intervento in caso di incidente; ed è di forte impatto, resta nei ricordi come testimoniato dagli alunni che poi riferiscono in classe. (…)

Leggi l’articolo integrale sul giornale in edicola

MA.BIG.

 

IL LAVORO DELLE FORZE DELL’ORDINE

 

https://www.ilmessaggero.it/roma/news/movida_controlli_roma_multe_locali_blitz-4321406.html

Roma, controlli alla movida: sanzionati tre locali

Bevono alcol per strada: multati 5 ragazzi

Roma > News

Domenica 24 Febbraio 2019

Guerra alla movida selvaggia. I controlli dei carabinieri hanno portato ad arresti, denuncie e multe. Con l’ausilio del Nas, i carabinieri della Stazione Roma Città Giardino hanno controllato diverse attività commerciali, riscontrando violazioni e carenze strutturali in tre locali: un ristorante e un bar-bistrot, in via Nomentana, e un bar, in viale Tirreno. I titolari dei locali sono stati sanzionati per un ammontare complessivo di 8.500 euro.

Nel corso dei controlli sono stati sanzionati, per un totale di 750 euro, 5 giovani giovani sorpresi a consumare alcolici in strada, in violazione all’ordinanza anti-alcol del sindaco, che vieta vendita, somministrazione e il consumo di bevande alcoliche e superalcoliche in contenitori di vetro e nelle strade. I carabinieri hanno identificato 98 persone e eseguito accertamenti su 64 veicoli.

A conclusione di un servizio di controllo nel corso della movida notturna nelle zone di competenza, i carabinieri della Stazione Roma Città Giardino, unitamente a personale del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma, hanno arrestato tre persone e denunciato una quarta. Un 36enne romano, senza occupazione e con precedenti, è stato arrestato in esecuzione ad un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Roma – Ufficio Esecuzione cumuli, dovendo espiare una pena residua di 5 anni e 4 mesi di reclusione per reati di stupefacenti. Un altro 36enne romano, già sottoposto all’obbligo di presentazione in caserma, è stato arrestato in esecuzione di un’ordinanza di aggravamento pena, emessa dalla Corte di Appello di Roma – III Sezione Penale, in seguito della violazione degli obblighi a cui era sottoposto.  I carabinieri hanno, infine, arrestato un 31enne romano, già noto alle forze dell’ordine, in ottemperanza di un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dal Tribunale ordinario di Roma – Ufficio esecuzioni penali, dovendo espiare la pena residua di 8 mesi di reclusione per il reato di ricettazione in concorso, commesso a Roma nell’aprile 2011.  Durante le attività, i carabinieri hanno anche sorpreso una donna, 52enne romena, senza fissa dimora, a incendiare carta lungo la strada. È stata denunciata a piede libero.

 

https://www.casilinanews.it/91605/attualita/cronaca/controlli-carabinieri-anagni-denunce-3.html

Controlli dei Carabinieri di Anagni: denunciate tre persone

di Redazione24 febbraio 20190

Il personale della Compagnia di Anagni nella serata del 23 e durante la notte del 24 febbraio, ha eseguito un servizio di controllo del territorio nel corso del quale venivano deferite in stato di libertà tre persone;  segnalato un giovane per uso personale di sostanze stupefacenti; avanzata una proposta di rimpatrio con F.V.O.. In particolare venivano deferiti:

A Ferentino

–  un 34enne di nazionalità romena per “guida in stato di ebbrezza alcolica”, in quanto alla guida del proprio autoveicolo risultava positivo all’accertamento alcolemico con un tasso di oltre 5 volte il limite consentito. La patente di guida è stata ritirata ed il veicolo sottoposto a sequestro;

–  un 54enne di Ferentino, anch’egli alla guida del proprio autoveicolo risultato positivo all’accertamento alcolemico, con un tasso di 3 volte il limite consentito. Patente di guida ritirata e veicolo sottoposto a sequestro;

A Morolo

–  un 29enne del luogo, poiché sorpreso in possesso di un coltello a serramanico di genere proibito, sottoposto a sequestro.

Inoltre ad Anagni veniva segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo un 25enne del luogo per uso personale non terapeutico di sostanze stupefacenti. Il giovane veniva sorpreso, alla guida della propria autovettura, in possesso di tre dosi di sostanza stupefacente (tipo cocaina) dal peso complessivo di circa un grammo. Nella circostanza gli è stata ritirata la patente di guida e il veicolo sottoposto a sequestro poiché sprovvisto di copertura assicurativa.

Nel corso del servizio veniva, altresì, avanzata proposta per l’applicazione della misura del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, nei confronti di una persona già gravata da analoghi provvedimenti, che non era in grado di giustificare la propria presenza nell’ambito della giurisdizione della Compagnia.

1 commento su “25 febbraio 2019 – Dati allarmanti

  • Hello, it’s Jorge again!

    I’m pinging because I want to suggest on the already decent work on the cannabis content on europeanconsumers.it. Things are getting a bit slow though… and Google just updated their algorithm again, you know how that’ll impact your most important free traffic source, if there isn’t an ongoing flow of fresh content! You see, most websites get majority of their organic traffic from their blog, and I feel that you could use a little boost, since you are not blogging daily yet.

    Creating content takes a lot of time, and we have just the team from US/Canada to come up with great content you are looking for.

    You can have your new blog to post on your website starting at $10 in as little as 5 days!

    Check out our work and reviews from past clients here: http://bit.ly/2U158Vp

    You’re always covered by the industry leading 60-Day Money Back Guarantee!

    Thanks for your time,

    Regards.
    Jorge

    You are receiving this message because the contact form at europeanconsumers.it is open to the public. Thank you.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *