European Consumers lancia la diffida per impedire l’installazione di Smart Meter emettitori di radiazioni elettromagnetiche pericolose

 

L’Italia è stato il primo paese europeo a introdurre su larga scala gli smart meter elettrici per i clienti finali in bassa tensione ed è tuttora il primo paese al mondo per numero di smart meter di energia elettrica in servizio (oltre 35 milioni). Il sistema italiano di smart metering, con sostituzione dei contatori tradizionali dal 2001, è stato il più efficiente in Europa. Ma pochissime sono le informazioni sull’innocuità dei campi elettromagnetici utilizzati forniti ai cittadini italiani e nessuna garanzia è offerta, in riferimento alle caratteristiche dei sistemi di trasmissione utilizzati, per la sicurezza dei dati personali.

In altri paesi l’introduzione è stata notevolmente contestata per l’evidente incremento dell’esposizione ai campi elettromagnetici artificiali da parte della popolazione e conseguenti malesseri in un gran numero di cittadini.

Vari movimenti popolari spontanei di protesta sono nati in paesi che hanno introdotto smart meter che usano radiofrequenza per la trasmissione dei dati. 54 esperti hanno firmato nel 2012 un Documento sui danni alla salute legati all’esposizione agli smart meter, sconsigliandone l’installazione[1]. In vari paesi l’introduzione degli smart meter e la conseguente esposizione cronica a radiazioni elettromagnetiche di natura impulsiva ha fatto registrare l’insorgere di notevoli problemi di salute nei residenti (Lamech, 2014)[2] e in molti casi si sono verificate proteste anche collettive, audizioni pubbliche con il coinvolgimento degli enti locali.

Il Dipartimento di Salute Pubblica della Contea di Santa Cruz (California) ha espresso seria preoccupazione per il crescente numero di persone affette da elettrosensibilità in seguito all’installazione di smart meter[3].

56 città e contee della California, 15 città del Michigan e 53 città della Columbia Britannica hanno presentato moratorie o risoluzioni contro i contatori intelligenti a causa di preoccupazioni pubbliche che includono salute, sicurezza antincendio, sicurezza, privacy e aumento dei costi per i clienti. Altre proteste si sono verificate anche nel Maine, nell’Illinois, nel Vermont, nel Maryland, nel Michigan, in Canada e in Australia e municipi della British Columbia (Canada) si sono pronunciati per moratorie (Hess, David J. 2013) [4].

In Italia a Lecce medici, biologi e associazioni hanno richiesto il blocco dell’installazione dei nuovi contatori del gas a telelettura (smart meter)[5]. Nella delibere non sono previste informazioni al grande pubblico o prevista una opzione di rifiuto da parte dell’utente. Secondo Luigi Gabriele, responsabile Affari istituzionali dell’Associazione Codici, se il contatore ha meno di 15 anni di attività non è necessaria la sostituzione[6]. È il distributore obbligato a garantire che i contatori funzionino e ogni 15 anni dovrebbe fare un controllo su ogni apparecchio per verificare che risponda alle condizioni legali.

In Francia nel luglio 2019 l’alta Corte di Tours ha ordinato di rimuovere 13 smart meter perché collegati alla insorgenza di danni alla salute nella cittadina di Blagnac. In questi casi non era stata dato il permesso alla installazione. La corte ha riconosciuto gli effetti della esposizione alle radiazioni non ionizzanti, come del resto previsto dall’WHO (nel proprio ICD-10).

La giustizia di Tolosa ha, invece, recentemente posto fine alle libertà prese dalla compagnia nell’imposizione dei contatori: gli abitanti della regione avranno d’ora in poi il diritto di rifiutare questa installazione violenta. Questa decisione del tribunale rappresenta una vera vittoria per i detrattori del nuovo contatore, che affermano che le onde emesse dal dispositivo sarebbero dannose, ma anche che la possibile condivisione dei loro dati rappresenta un’intrusione nella loro vita privata.

In Italia, nell’attesa che qualche solerte funzionario ci fornisca una Legge che obbliga il cittadino a installare i “contatori intelligenti” riteniamo che sia possibile opporsi alla loro installazione. Consigliamo quindi di presentare la seguente diffida contro l’installazione di contatori intelligenti senza avere le dovute informazioni in particolare rispetto alle tabelle di sicurezza esposte nel testo.

Siete pregati di fornire i risultati delle vostre lecite richieste di informazioni di dettaglio scrivendo a marcotiberti@europeanconsumers.it e ufficiostampa@europeanconsumers.it. I vostri feedback ci aiuteranno a tutelare i vostri diritti al meglio.

Spett.le  Società. (nome dell’azienda fornitrice di energia elettrica, gas o acqua)

Il sottoscritto (dati personali) relativamente all’installazione di smart meter nella propria abitazione ha richiesto:

  • informazioni sulle frequenze utilizzate, sul campo elettromagnetico che possono determinare e sulle distanze di sicurezza da persone sensibili o bambini;
  • scheda di sicurezza del prodotto;
  • garanzia dell’esistenza di sistemi di sicurezza tali da impedire che l’installazione esponga al furto di dati sensibili da parte di hacker

Nessuno dei materiali da voi forniti in rete rispondono a quanto richiesto.

In attesa di ottenere quanto si reputa necessario per dare il nulla osta all’installazione il sottoscritto

Nega l’autorizzazione all’installazione di smart meter (specificare il tipo: per acqua, gas, elettricità etc.) per i seguenti motivi:

– non è fornita alcuna scheda di sicurezza adeguata a reperire informazioni sulle frequenze utilizzate e sul campo elettromagnetico risultante anche in relazione alla presenza di malattie invalidanti;

– non è fornita alcuna garanzia sull’innocuità dei campi elettromagnetici risultanti dall’utilizzo degli Smart Meter in oggetto nei confronti di persone affette da disabilità che rientrano nella classificazione dell’American Academy of Environmental Medicine che raccomanda di evitare l’utilizzo di smart meter, a causa del loro effetto nocivo sulla salute, in presenza di disabilità quali Malattie neurodegenerative (morbo di Parkinson, morbo di Alzheimer e Sclerosi laterale amiotrofica), condizioni neurologiche (mal di testa, depressione, disturbi del sonno, affaticamento, vertigini, tremori, disfunzione del sistema nervoso autonomo, diminuzione della memoria, disturbo da deficit di attenzione, ansia, disturbi visivi), anomalie fetali e gravidanza, difetti genetici e cancro, malattie epatiche e genito-urinarie[7].

In relazione a queste problematiche riteniamo validi i Valori guida precauzionali proposti delle Linee Guida di Europaem (Belyaev et al., 2016, tab. 1-3).

Nelle aree dove le persone trascorrono periodi estesi (>4 ore al giorno), minimizzare l’esposizione a campi magnetici ELF a livelli più bassi possibile o sotto i valori guida precauzionali specificati di seguito.

Tabella 1. Valori guida precauzionali per campi magnetici ELF (50/60 Hz elettricità di rete, fino a 2 kHz. 16.7 Hz reti ferroviarie in Austria, Germania, Svizzera, Svezia, Norvegia.

1) BioInitiative Working Group (2007, 2012); 2) Oberfeld (2006); 3) Fragopoulou et al., 2010a; 4) NISV (2012); 5) Approccio precauzionale per un fattore di 3 (Intensità di campo). Vedere anche IARC (2002) (30), Blank e Goodman (17), e TCO Development (265).

 Nelle aree dove le persone trascorrono lunghi periodi di tempo (>4 ore al giorno), minimizzare l’esposizione ai campi elettrici ELF ai livelli più bassi possibile o al di sotto dei valori guida precauzionali specificati di seguito.

Tabella 2. Valori guida precauzionali per campi elettrici ELF, 50/60 Hz elettricità di rete, fino a 2 kHz. (da Belyaev et al., 2016)

1) NCRP, 1995 2) Oberfeld, 2006; 3) Approccio di precauzione per un fattore 3 (Intensità di campo). Vedere anche TCO Development[8]

In aree dove le persone trascorrono periodi di tempo prolungati (più di 4 ore al giorno), minimizzare l’esposizione a radiazioni in radiofrequenza ai livelli più bassi possibili o al di sotto dei valori guida precauzionali specificati di seguito. Le frequenze da misurare dovrebbero essere adattate a ogni singolo caso.

Tabella 3. Valori guida precauzionali per radiazioni a radiofrequenza, antenne radio e TV, ripetitori per cellulari, es. TETRA (400 MHz), GSM (900 e 1800 MHz), UMTS (2100 MHz), LTE (800, 900, 1800, 2500-2700 MHz), basi dei telefoni cordless, es.DECT (1900 Mhz), punti di accesso Wi-Fi e client (2450 e 5600 MHz), WiMAX (3400-3600 MHz). Le frequenze in MHz citate si riferiscono alle reti europee. (da Belyaev et al., 2016).

–  Si richiede quindi informazioni di dettaglio sulla relazione tra i campi elettromagnetici emessi dai dispositivi e  quanto espresso dalle tabelle sopra esposte.

– Si rileva che non è stata fornita alcuna informazione sull’esistenza di sistemi di sicurezza che impediscano l’hackeraggio dei dati sensibili[9].

– Si evidenzia da bibliografia scientifica l’esistenza di potenziali danni alla salute anche in sinergia con altri campi elettromagnetici artificiali di varia origine.

Il sottoscritto ritiene che l’installazione degli smart meter, possa causare danni seri e irreparabili al corpo, agli altri esseri umani e alla natura, a causa delle radiazioni radiofrequenze (RF) utilizzate in sinergia con quelle di antenne dei cellulari, wi fi e apparati verso i quali o dai quali gli smart meter ricevono o emettono segnali.

Il sottoscritto diffida la società in indirizzo ad installare smart meter e relativa tecnologia wireless nella mia proprietà o nei vani condominiali che contengono i contatori in assenza di informazioni di dettaglio che possano dimostrare la loro innocuità.

Con la presente si diffida la società in indirizzo a installare smart meter senza avere informazioni di dettaglio sulle frequenze utilizzate e sulle potenze espresse all’interno e o attraverso la mia proprietà privata.

Ogni tentativo di installare smart meter dentro o fuori lo spazio aereo e/o la proprietà pubblica in mancanza di garanze per la mia salute e le patologie di cui soffro io e integra illecito per il quale l’ente in indirizzo é responsabile.

Si noti che l’installazione degli smart meter, si pone in contrasto con i miei diritti fondamentali tutelati dalla Costituzione italiana e a livello comunitario:

  1. a) diritto alla vita e alla salute: le radiazioni provenienti dagli smart meter danneggiano il mio corpo, causano malattie e in alcuni casi la morte. Le radiazioni danneggiano anche la salute delle api, uccelli e dell’intero ecosistema.
  2. b) diritto di disporre della proprietà privata;
  3. c) il diritto a non far attraversare la mia proprietà da radiazioni nocive senza il mio consenso, causando danni enormi nonché la perdita di valore a causa dei rischi derivanti dalle radiazioni
  4. d) il mio diritto ad attraversare luoghi pubblici e privati senza essere esposto e contaminato dalle radiazioni provenienti dagli smart meter
  5. e) Il mio diritto di essere sicuro di poter godere della mia casa, dell’aria e della natura che mi circonda senza i rischi per la saluta connessi alle radiazioni degli smart meter
  6. f) il mio diritto a non vedermi attribuire ingiuste sanzioni per chiedere la rimozione degli smart meter e a non essere discriminato rispetto a coloro che scelgono di farsi istallare gli smart meter

Si evidenzia la necessità di applicare il principio di precauzione in merito ai campi elettromagnetici invocato anche dalla Risoluzione N. 1815 dell’Assemblea Plenaria del Consiglio d’Europa nel 2011.

Contemporaneamente è evidente che l’erogazione dell’elettricità è un servizio pubblico essenziale irrinunciabile e il sottoscritto ha sempre provveduto in maniera regolare e diligente al pagamento delle bollette.

Ogni conseguenza derivante dalla imposizione dei suddetti contatori e la lesiva esposizione alle suddette radiazioni, come già documentata, sarà imputabile alla società con la conseguente richiesta di risarcimento danni patrimoniali e non patrimoniali.

Mi permetto di allegare della documentazione riguardante i rischi per la salute dovuti alle radiazioni da radiofrequenza anche al di sotto degli attuali limiti di legge che sono progettati per tutelare esclusivamente la salute pubblica dagli effetti acuti termici dei campi elettromagnetici e non tengono conto dei numerosi effetti biologici non termici che avvengono a per bassi livelli di esposizione, né considerano condizioni di salute individuali che rendono particolarmente suscettibili a tali effetti.

Data

Il sottoscritto (aggiungere nome, cognome, indirizzo, cap)

Bibliografia allegata

(personalizzare in base alla propria patologia)

Aitken RJ, Bennetts LE, Sawyer D, Wiklendt AM, King BV, 2005. Impact of radio frequency electromagnetic radiation on DNA integrity in the male germline. Inter J Androl 28:171-179.

American Academy of Environmental Medicine. Recommendations Regarding Electromagnetic and Radiofrequency Exposure https://www.aaemonline.org/pdf/AAEMEMFmedicalconditions.pdf

AMICA, 2015. Possibile correlazione da Lyme ed Elettrosensibilità. https://www.infoamica.it/possibile-correlazione-tra-la-sindrome-di-lyme-e-la-elettrosensibilita/

Appello di Brussel del 2015 sulla Sensibilità Chimica Multipla e sulla Elettrosensibilità. International Scientific Declaration on EHS & MCS. Brussels. http://www.ehs-mcs.org/fichiers/1441982143_Statement_EN_DEFINITIF.pdf

Belpomme D, Campagnac C, Irigaray P. Reliable disease biomarkers characterizing and identifying electrohypersensitivity and multiple chemical sensitivity as two etiopathogenic aspects of a unique pathological disorder. Rev  Environ Health. 2015;30(4):251-71. doi: 10.1515/reveh-2015-0027. PubMed PMID: 26613326. http://www.ehs-mcs.org/fichiers/1454070991_Reliable_biomarkers.pdf

Bilgici, B., Akar, A., Avci, B., et al., 2013. Effect of 900 MHz radiofrequency radiation on oxidative stress in rat brain and serum. Electromagn. Biol. Med. 32:20–29.

BioInitiative Working Group, Sage C, Carpenter DO (eds.), 2007. BioInitiative Report: A Rationale for a Biologically-based Public Exposure Standard for Electromagnetic Fields (ELF and RF) at www.bioinitiative.org, August 31.

BioInitiative Working Group, Sage C, Carpenter DO (eds.), 2012. BioInitiative Report: A Rationale for a Biologically-based Public Exposure Standard for Electromagnetic Radiation. https://stralingsbewustzuidkennemerland.nl/wp-content/uploads/2017/08/BioInitiative-Report-2012.pdfhttps://bioinitiative.org/

Borbely AA, Huber R, Graf T, Fuchs B, Gallmann E, Achermann P, 1999, Pulsed high-frequency electromagnetic field affects human sleep and sleep electroencephalogram. Neurosci Lett, 275(3):207-210.

Carpenter D.O. Smart Meter Dangers: The Health Hazards of Wireless Electromagnetic Radiation Exposure. https://www.globalresearch.ca/smart-meter-dangers-the-health-hazards-of-wireless-electromagnetic-radiation-exposure/31891

D’Costa H et al., 2003. Human brain wave activity during exposure to radiofrequency field emissions from mobile phones. Australasian Physical & Engineering Sciences in Medicine, Vol. 26, No. 4.

De Luca C, Thai JC, Raskovic D, Cesareo E, Caccamo D, Trukhanov A, Korkina L. Metabolic and genetic screening of electromagnetic hypersensitive subjects as a feasible tool for diagnostics and intervention. Mediators Inflamm. 2014;2014:924184. doi: 10.1155/2014/924184. Epub 2014 Apr 9. PubMed PMID: 24812443; PubMed Central PMCID: PMC4000647.

European Consumers, ISDE, 2019. Rapporto indipendente sui campi elettromagnetici e diffusione del 5 G. http://www.europeanconsumers.it/wp-content/uploads/2019/09/Rapporto-indipendente-isde_ec-sui-campi-elettromagnetici.pdf

European Consumers, 2019. Gli Smart Meter fanno male e sono permeabili all’hackeraggio? Per ora nessuna risposta dagli Enti preposti ! http://www.europeanconsumers.it/2019/11/07/gli-smart-meter-fanno-male-e-sono-permeabili-allhackeraggio-per-ora-nessuna-risposta-dagli-enti-preposti/

European Consumers, 2019. Nuovi contatori Open Meter, Nuova minaccia per la salute? http://www.europeanconsumers.it/2019/11/03/nuovi-contatori-open-meter-nuova-minaccia-per-la-salute/

Fragopoulou AF, Koussoulakos SL, Margaritis LH. 2010. Cranial and postcranial skeletal variations induced in mouse embryos by mobile phone radiation. Pathophysiology, 17(3):169-77.

Genuis S.J., Lipp C.T., Electromagnetic hypersensitivity: Fact or fiction?, Science of The Total Environment, 414, 2012;103-112, ISSN 0048-9697, https://doi.org/10.1016/j.scitotenv.2011.11.008. http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0048969711012733)

Guo L, Lin JJ, Xue YZ, An GZ, Zhang JP, Zhang KY, He W, Wang H, Li W, Ding GR. Effects of 220 MHz Pulsed Modulated Radiofrequency Field on the Sperm Quality in  Rats. Int J Environ Res Public Health. 2019 Apr 10;16(7). pii: E1286. doi:10.3390/ijerph16071286. PubMed PMID: 30974849; PubMed Central PMCID: PMC6480634.

Hamblin DL, Wood AW, Croft RJ, Stough C. Examining the effects of electromagnetic fields emitted by GSM mobile phones on human event-related potentials and performance during an auditory task. Clin Neurophysiol. 2004;115:171–8. doi.org/10.1016/S1388-2457(03)00313-4. PubMed PMID: 14706485.

Hardell L., Carlberg M., Mobile phone and cordless phone use and the risk for glioma – Analysis of pooled case-control studies in Sweden, 1997–2003 and 2007–2009, Pathophysiology, Volume 22, Issue 1, 2015, Pages 1-13, ISSN 0928-4680, https://doi.org/10.1016/j.pathophys.2014.10.001. http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0928468014000649; https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=24812443

Hess D.J., 2013. Smart Meters and Public Acceptance: Comparative Analysis and Design Implications. Paper presented at the meeting of the Sustainable Consumption Research and Action Network, Clark University, June 12-14, Worcester, Massachusetts. Under review, Health, Risk, and Society.

Huber R, Treyer V, Borbély AA, Schuderer J, Gottselig JM, Landolt H-P, Werth E, Berthold T, Kuster N, Buck A, Achermann P, 2002. Electromagnetic fields, such as those from mobile phones, alter regional cerebral blood flow and sleep and waking EEG. J Sleep Res, 11:289-295.

IARC IARC classifies radiofrequency electromagnetic fields as possibly carcinogenic to humans https://www.iarc.fr/wp-content/uploads/2018/07/pr208_E.pdf

ICEMS’ Monograph, “Non-Thermal Effects and Mechanisms of Interaction Between Electromagnetic Fields and Living Matter”, edited by Livio Giuliani and Morando Soffritti for the “European Journal of Oncology” – Library Vol. 5 of the National Institute for the Study and Control of Cancer and Environmental Diseases “Bernardo Ramazzini”, Bologna, Italy, 2010, Part I and Part II. https://www.icems.eu/papers.htm

Ilhan A, Gurel A, Armutcu F, Kamisli S, Iraz M, Akyol O, Ozen S. Ginkgo biloba prevents mobile phone-induced oxidative stress in rat brain. Clin Chim Acta, 340(1-2): 153-162, 2004.

Irigaray P, Caccamo D, Belpomme D. Oxidative stress in electrohypersensitivity self‑reporting patients: Results of a prospective in vivo investigation with comprehensive molecular analysis. Int J Mol Med. 2018 Oct;42(4):1885-1898. doi: 10.3892/ijmm.2018.3774. Epub 2018 Jul 12. PubMed PMID: 30015864; PubMed Central. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6108880/

Johansson O. Electrohypersensitivity: a functional impairment due to an inaccessible environment. Rev Environ Health. 2015;30(4):311-21. doi: 10.1515/reveh-2015-0018. Review. PubMed PMID: 26613327. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26613327

Kerimoğlu G, Hancı H, Baş O, Aslan A, Erol HS, Turgut A, Kaya H, Çankaya S, Sönmez OF, Odacı E. Pernicious effects of long-term, continuous 900-MHz electromagnetic field throughout adolescence on hippocampus morphology, biochemistry and pyramidal neuron numbers in 60-day-old Sprague Dawley male rats. J Chem Neuroanat. 2016 Nov;77:169-175. doi: 10.1016/j.jchemneu.2016.07.004. Epub 2016 Jul 16. PubMed PMID: 27430379.

Lamech F., 2014. Self-reporting of symptom development from exposure to radiofrequency fields of wireless smart meters in victoria, australia: a case series. Altern Ther Health Med. Nov-Dec;20(6):28-39.

Leszczynski D, Joenväärä S, Reivinen J, Kuokka R, 2002. Non-thermal activation of the hsp27/p38MAPK stress pathway by mobile phone radiation in human endothelial cells: molecular mechanism for cancer- and blood-brain barrier-related effects. Differentiation, 70(2-3):120-9. PubMed PMID: 12076339.

Milham S.. Smart meters are a public health hazard.”https://smartgridawareness.org/2017/04/09/dr-milham-testifies-smart-meters-public-health-hazard/

National Toxicological Program. Cell Phone Radio Frequency Radiation.  https://ntp.niehs.nih.gov/results/areas/cellphones/index.html

Panagopoulos, Dimitris J. Effect of Microwave Exposure on the Ovarian Development of Drosophila melanogaster. Cell Biochemistry and Biophysics, 63 (2012): 121-132.

Perlingieri I. (trad. italiana), 2012 Danni da contatori intelligenti: pericoli per la salute legati all’esposizione a radiazioni elettromagnetiche di strumenti senza filo. https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/il-grande-inganno-smart-meter-e-smart-grid/

Repacholi M et al., 1997. Lymphomas in Eµ-Pim1 transgenic mice exposed to pulsed 900 MHz electromagnetic fields. Radiation Research, 147:31-40.

Risoluzione n. 1815 dell’Assemblea Plenaria del Consiglio d’Europa, maggio 2011. https://www.elettrosmogsicilia.org/pdf/norme/europa/risoluzione1815_italiano.pdf

Risoluzione sul radar di Potenza Picena, 20 aprile  2013. https://www.avaate.org/IMG/pdf/Resolution_on_the_radar_in_Potenza_Picena.pdf

Salford LG et al., 1994. Permeability of the blood brain barrier induced by 915 MHz electromagnetic radiation, continuous wave and modulated at 8, 16, 50 and 200 Hz. Microscopy Research and Technique, 27:535-542.

Sun Y, Zong L, Gao Z, Zhu S, Tong J, Cao Y, 2017. Mitochondrial DNA damage and oxidative damage in HL-60 cells exposed to 900MHz radiofrequency fields. Mutation research, 797-799:7-14.

Tracy J.F., 2012. Looming Health Crisis: Wireless Technology and the Toxification of America. https://www.globalresearch.ca/looming-health-crisis-wireless-technology-and-the-toxification-of-america/31816

Wolke S. et al, 1996. Calcium homeostasis of isolated heart muscle cells exposed to pulsed high-frequency electromagnetic fields. Bioelectromagnetics, 17(2): 144-153.

Sitografia

How to hack a smart meter. https://www.engerati.com/transmission-and-distribution/article/energy-security/how-hack-smart-meter

Contatori intelligenti, secondo l’intelligence britannica sono a rischio hacker https://www.cybersecitalia.it/contatori-intelligenti-secondo-lintelligence-britannica-rischio-hacker/5097/

Contatori gas senza fili, l’allarme degli esperti: “Fanno male alla salute, stop alle installazioni” https://www.leggo.it/news/italia/contatori_gas_senza_fili_salute-877328.html

Growing Smart Meter Resistance on North American Coasts.             https://stopsmartmeters.org/2018/08/09/growing-smart-meter-resistance-on-north-american-coasts/

How to hack a smart meter. https://www.engerati.com/transmission-and-distribution/article/energy-security/how-hack-smart-meter

Il grande inganno: Smart Meter e Smart Grid. https://www.nogeoingegneria.com/effetti/salute/il-grande-inganno-smart-meter-e-smart-grid/

Pericolo alla salute e incendi causati dai nuovi contatori per la lettura ai consumi energetici!! https://www.cieliparalleli.com/Scienza-e-Tecnologia/pericolo-alla-salute-e-incendi-causati-dai-nuovi-contatori-per-la-lettura-ai-consumi-energetici.html

Richiesto alle autorità competenti del Comune di Lecce il blocco immediato dell’istallazione dei nuovi contatori del gas a telelettura (smart meter), potenzialmente pericolosi per la salute pubblica. http://www.antennasiantennano.info/2015/03/richiesto-alle-autorita-competenti-del-comune-di-lecce-il-blocco-immediato-dellistallazione-dei-nuovi-contatori-del-gas-a-telelettura-smart-meter-potenzialmente-pericolosi-per-la-salute-pu/

Smart meter: possibile bloccare l’installazione? https://www.infoamica.it/smart-meter-possibile-bloccare-linstallazione/

Smart Meters: Correcting the Gross Misinformation https://maisonsaine.ca/actualites/smart-meters-correcting-the-gross-misinformation.html

https://www.terranuova.it/News/Ambiente/No-ai-contatori-del-gas-wi-fi-troppi-rischi

City and County Resolutions Against Smart Meters https://www.smartmetereducationnetwork.com/legal-legislation-cities-and-counties.php

County of Santa Cruz: Smart Meter Moratorium https://stopsmartmeters.com.au/2012/02/11/county-of-santa-cruz-smart-meter-moratorium/

[1] Smart Meters: Correcting the Gross Misinformation https://maisonsaine.ca/actualites/smart-meters-correcting-the-gross-misinformation.html

[2] Lamech F., 2014. Self-reporting of symptom development from exposure to radiofrequency fields of wireless smart meters in victoria, australia: a case series. Altern Ther Health Med. Nov-Dec;20(6):28-39.

[3] County of Santa Cruz: Smart Meter Moratorium https://stopsmartmeters.com.au/2012/02/11/county-of-santa-cruz-smart-meter-moratorium/

[4] Growing Smart Meter Resistance on North American Coasts. https://stopsmartmeters.org/2018/08/09/growing-smart-meter-resistance-on-north-american-coasts/; Hess, David J. 2013. “Smart Meters and Public Acceptance: Comparative Analysis and Design Implications.” Paper presented at the meeting of the Sustainable Consumption Research and Action Network, Clark University, June 12-14, Worcester, Massachusetts. Under review, Health, Risk, and Society.

[5] Richiesto alle autorità competenti del Comune di Lecce il blocco immediato dell’istallazione dei nuovi contatori del gas a telelettura (smart meter), potenzialmente pericolosi per la salute pubblica. http://www.antennasiantennano.info/2015/03/richiesto-alle-autorita-competenti-del-comune-di-lecce-il-blocco-immediato-dellistallazione-dei-nuovi-contatori-del-gas-a-telelettura-smart-meter-potenzialmente-pericolosi-per-la-salute-pu/

[6] Smart Meter: possibile bloccare l’installazione? https://www.nogeoingegneria.com/campo-elettromagnetico/smart-meter-possibile-bloccare-linstallazione/

[7] American Academy of Environmental Medicine. Recommendations Regarding Electromagnetic and Radiofrequency Exposure https://www.aaemonline.org/pdf/AAEMEMFmedicalconditions.pdf

[8] TCO Certified Displays 7.0-11 November 2015 [Internet]. TCO Development. http://tcodevelopment.com/files/2015/11/TCOCertified-Displays-7.0.pdf.

[9] How to hack a smart meter. https://www.engerati.com/transmission-and-distribution/article/energy-security/how-hack-smart-meter; Contatori intelligenti, secondo l’intelligence britannica sono a rischio hacker https://www.cybersecitalia.it/contatori-intelligenti-secondo-lintelligence-britannica-rischio-hacker/5097/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *