Conferenza Stampa “Emergenza Covid: fatalità, negligenza o gestione dolosa?”, mercoledi 21 aprile presso la Camera dei Deputati

Franco Trinca e Marco Tiberti, firmatari dell’esposto denuncia che sarà presentato durante la Conferenza Stampa
“Emergenza Covid: fatalità, negligenza o gestione dolosa?”

Mercoledì 21 aprile ore 14.00 – 15.00, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma), resa disponibile grazie al gentile interessamento della deputata Sara Cunial, si svolgerà la Conferenza Stampa “Emergenza Covid: fatalità, negligenza o gestione dolosa?” a cui parteciperanno Francesco Scifo (Avvocato, neo-eletto nel direttivo di European Consumers), Luca Di Carlo (Avvocato) e Franco Trinca (Biologo).

Dall’inizio della presunta pandemia da COVID-19 sono emerse numerose criticità: dal punto di vista statistico, sanitario e costituzionale. La maggior parte delle falle legislative ha portato a numerosi successi in sede legale se non altro costringendo i giudici ad occuparsene, anche per le evidenti carenze scientifiche alla base dei ripetuti e schizofrenici DPCM emanati sia dal governo Conte che dall’attuale governo Draghi.

Una gestione fallimentare, oggi sotto la lente d’ingrandimento anche della Procura di Bergamo che ha aperto un’inchiesta sulla gestione del Covid nella Bergamasca, nel corso della prima ondata di un anno fa. Tra gli indagati per false informazioni rese ai pm sul piano pandemico anche il direttore aggiunto dell’Oms ed ex direttore generale della Prevenzione al Ministero della Salute, Ranieri Guerra.

Nel mentre continuano ad essere negate e contrastate le terapie domiciliari e preventive, comprovate su migliaia di casi, e ad essere favoriti protocolli che sempre più si stanno dimostrando vera causa dell’emergenza: vigile attesa, lock-down, isolamento, limitazione delle libertà individuali e blocco di molte attività produttive e di servizi, obbligo di vaccini sperimentali, non efficaci (per ammissione delle aziende produttrici e delle stesse autorità sanitarie italiane) e non sicuri.

Ma soprattutto contrari a qualsiasi diritto e etica: Diritto naturale alla vita e alla libertà, dichiarazione di Oviedo, Carta dei Diritti umani, carta di Norimberga, Costituzione italiana, codice deontologico dei medici, giuramento di Ippocrate… Sono sempre più numerose le denuncia dell’uso strumentale del principio della tutela della salute pubblica tramite l’obbligo di legge, per scardinare il diritto fondamentale tutelato dall’art. 32 della Costituzione con argomenti infondati scientificamente.

Di tutto questo si parlerà mercoledì 21 aprile, dalle ore 14.00 alle ore 15.00, presso la Sala stampa della Camera dei Deputati (in Via della Missione n. 4, Roma).

Nell’occasione sarà presentato l’esposto-denuncia rimesso al vaglio della Magistratura dal dottor Franco Trinca e dal dottor Marco Tiberti (presidente di European Consumers) rappresentati dal difensore di fiducia avv. Alessandro Fusillo del foro di Roma: la degenerazione in emergenza della diffusione del SARS-Cov-2 (mortalità e morbilità grave con ingolfamento dei servizi sanitari ospedalieri) potrebbe essere frutto di negligenza o perfino dolo da parte delle autorità sanitarie e politiche.

La conferenza stampa è visibile in diretta streaming al link:

https://webtv.camera.it/conferenze_stampa

Si ricorda che per gli uomini è necessario indossare la giacca.

La decisione di European Consumers di appoggiare l’iniziativa del dr. Franco Trinca discende dalla condivisione di una serie di evidenze e valutazioni:

1) Mancato aggiornamento del Piano Pandemico (PP) 2006, sua disapplicazione e distorsione dopo la dichiarazione dello stato d’emergenza del 31 gennaio 2020;

2) Sostituzione delle azioni chiave previste dal PP come le scorte e l’utilizzo di farmaci antivirali e cure di supporto per stimolare e rafforzare il sistema immunitario;

3) Imposizione di misure inefficaci, controproducenti e dannose (mascherine, tamponi, confinamento domiciliare, restrizione della libertà di movimento, chiusura della didattica in presenza, obbligo vaccinale etc. );

4) Depotenziamento della medicina territoriale con circolari che invitavano alla passività nell’assistenza domiciliare;

5) Impedimento alle autopsie (per verificare cause e concause di morte);

6) Ritiro di autorizzazioni off label per farmaci efficaci (ad es. idrossiclorochina);

7) Denigrazione delle cure di supporto al sistema immunitario;

8) Mancate audizioni di medici e biologici in relazione sia alle cure che alle caratteristiche ed efficacia delle misure adottate tramite i DPCM

L’Interesse per le problematiche sanitarie di European Consumer è direttamente correlabile anche al rispetto dei diritti umani e del libero arbitrio e a particolari e inquietanti caratteristiche della questione COVID-19. Quando i nostri consulenti e collaboratori legali e scientifici hanno esaminato, spesso in modo indipendente, i dati relativi alla questione le ricerche e le raccolte dati hanno riscontrato regolarmente una serie di «anomalie».

Ci troviamo di fronte ad abusi di potere oltre che a minacce per la salute pubblica da parte degli stessi organi legiferanti. Un pericolosissimo precedente accettato purtroppo dalla maggioranza dell’opinione pubblica del tutto male informata.

In tale ambito condizionamenti culturali, interessi sedimentati e stratificatisi nei decenni, derivano da una eccessiva influenza nella Sanità Pubblica Nazionale del cartello monopolistico delle multinazionali farmaceutiche. Questo blocco lobbystico, in nome del massimo profitto, tende ad ostacolare tutti gli strumenti terapeutici e adiuvanti che non sono brevettabili e per altro sono economici e facilmente reperibili, con un’azione che influenza e corrompe la cultura medica e larghi strati della popolazione nonché la stessa prassi sanitaria.

5 Commenti

  1. giorgio vitali (@Vitali1Giorgio)

    Abbiamo molte volte denunciato questo andazzo criminale. VEDI: Albamediterranea youtube, Albamediterranea VK, Antonio Rivolta VK, Telecroce youtube. dr Giorgio Vitali, Membro Europeanconsumers.

    Rispondi
  2. Massimo Toccoli

    Complimenti per il Vostro esposto e per aver intrapreso questa battaglia per la libertà di scelta in campo sanitario contro l’obbligo vaccinale.
    Grazie, sono con Voi.

    Rispondi
  3. Anna Teresa

    Abbiamo bisogno di professionisti così onesti e coraggiosi in mezzo a tanta corruzione. Bravissimo

    Rispondi
  4. barbara gibogini

    Gnetilissimi,

    nel ringraziarVi per l’ esposto denuncia depositato in questi gg, chiedo se come cittafini singoli possano contribuire al buon esito dell’ operazuione

    Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato per rilevare se il visitatore ha accettato la categoria di marketing nel banner dei cookie. Questo cookie è necessario per la conformità GDPR del sito web. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 6014 giorni
  • YouTube

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi