Eventi avversi segnalati nelle terapie geniche e vaccini autorizzati per il contrasto di COVID-19

Eventi avversi segnalati nelle terapie geniche e vaccini autorizzati per il contrasto di COVID-19

Introduzione

La Sanità dedita al profitto è, per natura, nemica del sistema immunitario umano e della medicina preventiva e ha fatto di tutto per convincere le persone che si può sopravvivere solo grazie a terapie brevettate. Questo Sistema Imperialista delle Multinazionali Farmaceutiche è ormai molto più potente economicamente di interi stati e inganna, più ancora di classi politiche corrotte e imbelli, la pubblica coscienza da decenni.

Questa Sanità deformata impedisce alle persone di conoscere da per sé le chiavi della salute: buona alimentazione ricca in vitamine, antiossidanti e stimolanti del sistema immunitario. La malattia non è solo un nemico, ma ancor di più un avviso che vi è uno squilibrio organico. Ma la coscienza del proprio stato sanitario e la conoscenza dei cardini della salute individuale sono nemici del Sistema Imperialista che si basa sulla vendita di ciò che è brevettato e consigliato da specialisti spesso, per formazione, privi di ogni visione olistica dell’organismo umano, l’unica in grado di garantire la necessaria prevenzione e profilassi.

La conoscenza della salute e dei metodi per mantenerla e per prevenire le malattie dovrebbero essere conoscenza consolidata in ciascuno di noi e di importanza fondamentale quanto l’educazione civica. È importante sapere che la diminuzione della mortalità in epoca contemporanea è dovuta più al miglioramento delle condizioni igienico sanitarie che alle medicine brevettate o ai vaccini. Ed è altrettanto importante sapere che la maggior parte dei farmaci brevettati può essere agevolmente sostituito da rimedi naturopatici e nutraceutici con costi e rischi inferiori sia dal punto di vista sanitario che ambientale. Le sostanze chimiche contenute nei farmaci spacciati dal Sistema Imperialista delle Multinazionali Farmaceutiche sono spesso di origine sintetica, non biodegradabili e in grado di produrre, per uso cronico, danni rilevanti, nel caso degli antibiotici addirittura il potenziamento degli organismi contro cui sono diretti.

La Scienza marcia al servizio del capitale tiene lontano le masse da conoscenze ovvie per chi ha saputo approfondire l’argomento: la maggior parte delle malattie, e in particolare la maggior parte di quelle da virus e batteri, oltre che prevenute attraverso normali prassi igieniche e corretti comportamenti civili (come mettersi le mani davanti alla bocca quando si tossisce in luoghi affollati), si possono curare con prodotti naturali che hanno il solo difetto di costare poco e di non essere brevettabili.

Mentre l’uso ad esempio di prodotti naturali come preventivi[1] e risolutivi hanno scarsi effetti collaterali, secondo le stesse pubblicazioni ufficiali è possibile morire per terapia genica con tassi di reazioni avverse molto più alte dei vaccini tradizionali.

Relativamente ai dubbi relativi alle caratteristiche delle terapie e ai favori da parte dello Stato nei confronti di Imprese Private anche in riferimento ai numerosi eventi avversi, si ricorda che l’art. 3 del D.L. n. 44 del 1° aprile 2021 ha sancito la esclusione della punibilità “Per i fatti di cui agli articoli 589 e 590 del codice penale verificatisi a causa della somministrazione di un vaccino per la prevenzione delle infezioni da SARSCoV-2, effettuata nel corso della campagna vaccinale straordinaria in attuazione del piano di cui all’articolo 1, comma 457, della legge 30 dicembre 2020, n. 178”. Escludere la punibilità è un tacito assenso ai dubbi sui rischi legati ai prodotti, per altro, per loro natura, sperimentali.

Quello che stiamo vivendo, come ha ricordato il professor Montagnier, “è un’impresa che è stata costruita nel tempo. Non è un caso che questa pandemia sia scoppiata proprio in questo momento. È stato un lungo lavoro di coordinamento di operazioni di marketing con il coinvolgimento di case farmaceutiche, medici, scienziati e anche di governi, perché sono loro che poi hanno deciso di applicare questo programma.” Si tratta di “miscele di composti di biologia molecolare che possono essere dei veri e propri veleni. Sono inutili, pericolosi e anche inefficaci: non impediscono la trasmissione del virus e non evitano i casi più gravi come invece dicono. Negli ospedali ci sono persone vaccinate che sono state infettate e contagiate dalle varianti, contro le quali, questi vaccini non sono efficaci”[2].

Secondo il database, VAERS, che raccoglie negli USA gli eventi avversi ai vaccini, sono state segnalati 623.343 eventi avversi di tutte le fasce d’età a seguito dei vaccini COVID, inclusi 13.627 decessi e 84.466 danneggiati gravemente tra il 14 dicembre 2020 e il 20 agosto 2021

Il 72% del totale di segnalazioni avverse, riguarda le donne (175/100.000 dosi somministrate) e il 27% gli uomini. Ricordiamo che, in Italia, l’età media dei deceduti per COVID è molto più alta per le donne (85 anni) che per gli uomini (80 anni)[3].

Questo dato è 65 volte più alto di quello registrato per tutti gli altri vaccini messi assieme. Mentre la media annuale delle segnalazioni è di meno di 200 decessi dopo circa 7 mesi i morti segnalati sono 65 volte di più[4].

Secondo il settimo rapporto Aifa in Italia vi sono state 498 segnalazioni di morte. Dando per esatti i dati grezzi AIFA, potrebbe morire di “vaccino” un cittadino ogni 66.000 soggetti “vaccinati”.

Nel rapporto, l’AIFA precisa che, sulla base della normativa italiana, in sette casi la causalità risulta correlabile, per 188 casi, il 37,7% degli eventi avversi fatali l’associazione temporale è compatibile, ma le prove non sono sufficienti a supportare un nesso di causalità (la correlazione è stata definita come “indeterminabile” o “inclassificabile”). Negli altri casi, l’AIFA sostiene che non c’è correlazione tra vaccino e decesso ritenendo una coincidenza che la gente muoia anche dopo due ore dalla prima dose (343 casi) o dalla seconda dose (145 casi). Sono inoltre disponibili sugli stessi documenti ufficiali diffusi dall’AIFA una serie di informazioni che possono essere almeno ipoteticamente riferiti a una serie di strane morti avvenute in Italia e in altri paesi e che sono di seguito presentati per ciascuna terapia anti-Covid autorizzata in Italia. Se si esaminano alcune notizie di pubblico dominio ci si può facilmente accorgere che a distanza di mesi molte persone sono morte improvvisamente di morbilità potenzialmente correlabili ad alcuni dei disturbi possibili citati dalle stesse ditte produttrici di vaccini o terapie geniche.

Poiché gli effetti avversi devono essere contenuti nel consenso informato invitiamo chi volesse o fosse costretto a vaccinarsi a leggerlo attentamente ponendo attenzione alle citazioni dei rischi e confrontandolo con le schede preparate da European Consumers per ciascun prodotto (vedi più avanti). Inoltre al medico vaccinante è opportuno chiedere garanzie rispetto alla possibilità di eventi avversi. Invitiamo a segnalare eventuali inadempienze.

Il prof. Frajese, endocrinologo dell’Università degli Studi di Roma “Foro Italico” durante una Conferenza al Senato della Repubblica il 16 giugno. ha segnalato che non sono stati fatti gli studi sulle interazioni farmacocinetiche, di tossicocinetica, genotossicità e carcinogenicità, il che, parlando di vaccinare bambini e bambine appare grave, in relazione a un annesso della documentazione Pfizer in cui si trova un lavoro da cui si apprende che nei ratti le proteine Spike si distribuiscono in 48 ore in diversi organi, e in percentuale assai alta nelle ovaie[5].

Già da maggio 2021 si sa ufficialmente che la proteina Spike, sia quella fatta produrre dal virus che quella ottenuta con le terapie geniche, può danneggiare le cellule dei vasi sanguigni causandone la frammentazione dei mitocondri[6].

Nell’agosto del 2021 in una intervista a Ippocrate.org, il dr. Malone (l’inventore della tecnica mRNA messaggero) ha espresso molti dubbi sul fatto che le con le terapie geniche i vantaggi superino i rischi[7]. Martin Kulldorf, professore di virologia di Harvard, in un’altra intervista[8] si è spinto a parlare senza mezzi termini di “fiasco” dell’intero approccio al Covid 19, smentendo anche l’efficacia di lockdown e Green Pass.

Recentemente gli esperti del comitato medico-scientifico britannico indipendente che assiste il governo di Boris Johnson sulla campagna vaccinale anti Covid (Jcvi) hanno deciso di non raccomandare la somministrazione dei vaccini ai bambini e ragazzi sani fra i 12 e i 15 anni.

Ma il Sistema sembra procedere verso sempre nuove imposizioni ormai spregiando qualsiasi rispetto dei diritti civili, umani e costituzionali. Questo nonostante i dati mostrino situazioni relativamente tranquillizzanti per esempio nella trafficata Roma.

 

Andamento contagi a Roma (al 3 settembre 2021)
Numero di decessi giornalieri in Italia (al 3 settembre 2021)
Casi per giorno in Italia (al 3 settembre 2021)
Numero di test per giorno in Italia (al 3 settembre 2021)
                                                              
Andamento vaccinazioni in Italia (al 3 settembre 2021)

Per altro dai grafici si osserva che dopo l’inizio delle campagne vaccinali dopo una discesa della curva, si ha regolarmente una risalita. Dato in linea con quanto successo in Israele[9], Islanda[10] e Regno Unito[11]. Le curve dei casi e dei decessi sono maggiormente riferibili al numero di tamponi che alle vaccinazioni il cui andamento è evidentemente quasi del tutto indipendente.

Questi prodotti contengono nanoparticelle che a causa delle loro piccole dimensioni possono attraversare le giunzioni dei tessuti e persino le membrane cellulari dove possono indurre danni strutturali ai mitocondri[12] o invadere il nucleo, dove causano gravi mutazioni del DNA in grado di causare la morte cellulare[13].

 

Miocarditi

In alcune persone si sono verificate miocarditi (infiammazione del muscolo cardiaco) in seguito alla somministrazione di sieri Pfizer/BioNtech Tozinameran (BNT162b2; Comirnaty)[14]. In Italia vari casi sospetti sono stati analizzati da giornali soprattutto locali[15].

In Israele e negli Stati Uniti la vaccinazione con vaccini anti COVID-19 a mRNA per la fascia dei giovanissimi 12-16 anni e over 16 è iniziata da tempo, ed è notizia recente che proprio in Israele sono state riportati aumenti delle miocarditi nei giovani di età compresa tra i 16 e i 30 anni[16].

In uno studio pubblicato il 29 giugno 2021 su JAMA Cardiology, i ricercatori hanno descritto 23 casi di miocardite in militari sani statunitensi che hanno sviluppato la condizione entro quattro giorni dalla somministrazione dei vaccini Pfizer o Moderna COVID[17].

Un rapporto del Ministero della Sanità israeliano aveva già ad aprile sollevato preoccupazioni tra gli esperti su un possibile legame tra il vaccino COVID Pfizer-BioNTech e la miocardite[18].

I dati del VAERS [Vaccine Adverse Events Reporting System] mostrano che nella finestra di 30 giorni successiva alla vaccinazione con mRNA COVID-19 con dose 2, è stato osservato un numero maggiore di casi di miocardite/pericardite osservati rispetto al previsto nei 16-24 anni[19]. Negli Stati Uniti, all’11 giugno 2021 sono stati segnalati circa 40,6 casi di miocardite per milione di dosi tra i maschi e 4,2 casi per milione tra le femmine tra i 12 e 29 anni di età che hanno ricevuto i vaccini mRNA COVID-19. Per le persone con più di 30 anni, i tassi di segnalazione erano rispettivamente di 2,4 e 1,0 per milione di inoculati per maschi e femmine.

Dall’ultimo rapporto di vigilanza dei CDC, i centri per la prevenzione e il controllo delle malattie negli USA, secondo cui, dopo le vaccinazioni con Pfizer e Moderna, nei soggetti tra i 16 e 24 anni si sono riscontrate miocarditi in numero superiore rispetto all’atteso.

Questi casi si sono verificati più spesso negli uomini più giovani e dopo la seconda dose del vaccino, in genere entro pochi giorni dalla vaccinazione. Le prove attuali, accettate da OMS e dal comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza dell’Agenzia europea per i medicinali, suggeriscono una probabile associazione causale tra miocardite e vaccini mRNA[20].

Il comitato consultivo del CDC ha riconosciuto un numero superiore al previsto di casi di infiammazione cardiaca tra i 16 e i 24 anni che hanno recentemente ricevuto una seconda dose dei vaccini Pfizer e Moderna COVID[21].

Dall’aprile 2021, negli Stati Uniti sono stati segnalati un aumento dei casi di miocardite e pericardite dopo la vaccinazione con mRNA COVID-19 (Pfizer-BioNTech e Moderna) negli adolescenti e nei giovani adulti. Non è stato osservato un modello di segnalazione simile dopo la ricezione del vaccino Janssen COVID-19 (Johnson & Johnson)[22].

Secondo il direttore del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie dunque il vaccino a base di mRNA potrebbe rappresentare un rischio per la salute dal momento che “i paesi occidentali hanno adottato la tecnologia mRNA, che è stata sviluppata per i pazienti affetti da cancro e non può essere escluso il rischio di effetti collaterali in futuro. Ci sarebbero problemi di sicurezza in particolare quando i vaccini mRNA vengono somministrati a persone sane per la prima volta[23].

Pericarditi

La pericardite è l’infiammazione del pericardio, una struttura a forma di sacco che contiene e protegge il cuore, costituita da due membrane separate da un sottilissimo strato di liquido. In alcune persone si sono verificate in seguito alla somministrazione dei sieri Pfizer/BioNtech Tozinameran (BNT162b2; Comirnaty)[24] e Moderna [25]. In Italia vi sono stati molti casi sospetti[26].

Trombosi

Una nuova sindrome di trombocitopenia immune trombotica indotta da vaccino (VITT) è emersa come un effetto collaterale della vaccinazione contro il COVID-19. La trombosi venosa cerebrale è la manifestazione più comune di questa sindrome[27]. Gli eventi trombotici sono stati dimostrati per i vaccini AstraZeneca e Janssen (Johnson & Johnson)[28].

Nell’ambito dell’attento monitoraggio della sicurezza dei vaccini COVID-19, il PRAC sta rivedendo i dati sui casi di tromboembolia venosa (coaguli di sangue nelle vene) con il vaccino Janssen COVID-19. Questo problema di sicurezza è distinto dall’effetto collaterale molto raro della trombosi con sindrome da trombocitopenia (TTS) (cioè coaguli di sangue con piastrine basse).

Il tromboembolismo venoso è stato incluso nel piano di gestione del rischio per il vaccino Janssen COVID-19 come problema di sicurezza da indagare, sulla base di una percentuale più elevata di casi di tromboembolismo venoso osservati all’interno del gruppo vaccinato rispetto al gruppo placebo nei primi studi clinici utilizzati per autorizzare questo vaccino.

Secondo una ricerca tedesca questi effetti collaterali potrebbero essere correlati ai vettori che utilizzano i vaccini AstraZeneca e Janssen (Johnson & Johnson) per fornire le istruzioni genetiche per la produzione di proteina Spike di Sars-Cov-2 nel corpo. Una volta all’interno del nucleo cellulare alcune parti della proteina Spike si unirebbero o si dividerebbero, creando versioni mutanti, non in grado di legarsi alla membrana cellulare dove avviene l’immunizzazione. Le proteine mutanti fluttuanti potrebbero essere secrete dalle cellule nel corpo e innescare coaguli di sangue in circa una persona su 100mila[29].

Il pericolo maggiore è per i soggetti con un’età superiore ai 50 anni o una riduzione del testosterone a causa di un’anomalia genetica[30].

Vari casi in Italia hanno avuto risonanza giornalistica in diretto riferimento all’avvenuta vaccinazione[31].

Paralisi facciale

Seppur indicata come rara le terapie geniche Moderna e Pfizer possono causare paralisi di Bell[32]: una debolezza o una paralisi improvvisa dei muscoli di un lato del viso dovuta a un malfunzionamento del 7° nervo cranico (nervo facciale)[33].Episodi di paralisi di Bell in passato sono stati associati anche ad altri vaccini, tra cui alcuni per l’influenza e per il meningococco[34].

Tra i vip ricordiamo il Ministro australiano Victor Dominello[35] e il corridore ceco Vojtech Repa[36]. Anche Mara Venier ha avuto sintomi simili, ma sono stati riferiti alle conseguenze di un intervento odotecnico.

Sindrome infiammatoria multisistemica (MIS)

Il Comitato per la Sicurezza dell’EMA (PRAC, Pharmacovigilance Risk Assessment Committee) sta valutando se esiste un rischio di sindrome infiammatoria multisistemica (MIS) con i vaccini COVID-19 a seguito di un rapporto di MIS con Comirnaty. Il caso si è verificato in un maschio di 17 anni in Danimarca che da allora si è completamente ripreso. Alcuni casi di MIS sono stati segnalati anche nel SEE in seguito alla vaccinazione con altri vaccini COVID-19.

La MIS è una grave condizione infiammatoria che colpisce molte parti del corpo e i sintomi possono includere stanchezza, febbre grave persistente, diarrea, vomito, mal di stomaco, mal di testa, dolore toracico e difficoltà respiratorie. MIS è stato precedentemente segnalato a seguito della malattia COVID-19[37].

Malattie da prioni

È stato riconosciuto un rischio di sviluppo di proteine prioniche in grado di distruggere il sistema nervoso[38]. All’inizio di settembre è stato riscontrato il primo caso ufficiale in una donna di 64 anni, 3 mesi dopo la seconda dose di Pfizer[39].

Leucemie fulminanti

Nel novembre 2020 La Corte di Cassazione ha confermato il nesso di causalità tra vaccinazioni e il decesso di Fabio Mondello, un volontario in ferma breve dell’Esercito, originario di Gallipoli, morto per una leucemia fulminante dopo la somministrazione di undici vaccini in appena otto mesi[40].

All’inizio di giungo è morto di leucemia fulminante Michele Merlo, in arte Mike Bird, cantante conosciuto dal grande pubblico grazie ad Amici, il talent show di Maria De Filippi su Canale 5. L’artista si era caratterizzato per una serie di video satirici contro i free-vax[41], anche se la famiglia ha assicurato che non si era vaccinato[42]. Altri casi di leucemie fulminanti si sono verificati in Italia in soggetti presumibilmente vaccinati[43].

Tuttavia le leucemie fulminanti non risultano evidenziate tra le reazioni avverse dei prodotti.

Altri effetti collaterali

Le informazioni presenti su EudraVigilance si riferiscono a sospetti effetti collaterali, ovvero eventi medici osservati a seguito della somministrazione dei vaccini COVID-19, ma non necessariamente correlati o causati dal vaccino. Questi eventi possono essere causati da un’altra malattia o essere associati a un altro medicinale assunto contemporaneamente dal paziente. Tuttavia hanno un loro valore statistico ed è abbastanza logico prenderli in considerazione.

Già a marzo del 2021 il virologo indipendente Geert Vanden Bossche, che ha precedentemente lavorato per Gavi, The Vaccine Alliance e Bill & Melinda Gates Foundation Bill Gates ed è favorevole ai vaccini tradizionali, affermava che le terapie geniche non avrebbero fermato il contagio e rischiato di indebolire il sistema immunitario collettivo e che vaccinando tutti con un vaccino che non impedisce la trasmissione si sta distruggendo il sistema immunitario delle persone e preparando il terreno per un disastro sanitario globale[44].

Secondo uno studio scientifico, pubblicato su “International Journal of Clinical Practice”, le terapie geniche per il COVID-19 possono provocare un peggioramento della malattia nei destinatari, cosa che non avverrebbe se non fossero stati inoculati. Questo rischio è reso poco chiaro nei protocolli di sperimentazione clinica e nei moduli di consenso, per cui è poco probabile che i pazienti comprendano il rischio a cui vanno incontro. Tale rischio dovrebbe invece essere evidenziato in modo chiaro nel consenso informato, al fine di soddisfare lo standard di etica medica di comprensione del paziente[45].

Il Public Health England, agenzia governativa del Ministero della Salute Inglese, ha pubblicato il 20 agosto scorso il rapporto tecnico con i dati aggiornati al 15 agosto. Il totale dei casi di variante Delta registrati dal primo febbraio al 15 agosto sono 386.735. Di questi 183.133 sono persone non vaccinate, 163.329 sono vaccinate. I dati più preoccupanti risultano nella fascia di popolazione sopra i cinquant’anni, quella maggiormente a rischio in caso di malattia con sintomatologia grave. Il totale delle persone infettate nella fascia di popolazione over 50 è 48.264. Di queste 4891 sono non vaccinate e ben 39.131 sono vaccinate. Portando queste cifre in percentuali significa che i vaccinati over 50 infettati dalla variante Delta costituiscono l’88,9% delle persone infettate a fronte dell’11% di non vaccinati. Dei 39.131 infettati ben 32.828 sono persone che hanno ricevuto la doppia dose, dunque che hanno terminato il ciclo vaccinale. Sono 6.075 quelle infettate a distanza di 21 giorni dalla prima dose e solo 228 quelle che hanno preso il virus entro i primi 21 giorni dalla prima dose.

La tabella del Public Health prende in esame le morti verificatesi entro 28 giorni dalla data del risultato di positività al test. I decessi totali di over 50 sono 1076: 318 non vaccinati e 745 vaccinati, di cui ben 652 vaccinati con doppia dose. Stando ai dati ufficiali inglesi, i vaccinati con più di cinquant’anni che hanno completato il ciclo vaccinale si infettano e muoiono in misura maggiore rispetto a chi ha ricevuto una dose[46].

In Italia i dati, raccolti l’11 agosto e relativi agli ultimi 30 giorni contenuti nel bollettino di sorveglianza dell’Istituto superiore di sanità relativamente agli over 80 evidenziano che i vaccinati finiti in ospedale sono più dei non vaccinati: 294 ospedalizzazioni non gravi (54,4%) tra i vaccinati con ciclo completo rispetto alle 220 (40,7%) tra i non immunizzati. In terapia intensiva, risultano 11 ricoverati già vaccinati (35,5%) rispetto a 19 (61,3%) non vaccinati. Riguardo ai decessi sono rispettivamente 28(32,2%) contro 54(62.1%). Gli over 80 in Italia sono quasi tutti vaccinati (9 su 10), ma i dati dimostrano che il siero non garantisce l’assenza di complicazioni[47].

Pfizer/BioNtech Tozinameran (BNT162b2; Comirnaty)

È il primo vaccino ad essere stato autorizzato in Unione Europea: il 21 dicembre 2020 dall’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) e il 22 dicembre dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

L’mRna (cioè il frammento di materiale genetico che serve a conferire immunità) è avvolto da nanoparticelle lipidiche (Lnp) e Peg2000. Le prime servono a favorire l’ingresso dell’mRna nelle cellule mentre il PEG aumenta la stabilità e la durata delle nanoparticelle. Alcuni scienziati hanno suggerito che il PEG potrebbe essere la ragione delle reazioni di tipo allergico.

 

Funzionamento della terapia genica Pfizer/BioNtech Tozinameran

Gli LNP utilizzati in molti studi preclinici sono altamente infiammatori nei topi. L’iniezione intradermica ha portato a risposte infiammatorie rapide e forti, caratterizzate da infiltrazione di neutrofili, attivazione di diverse vie infiammatorie e produzione di citochine e chemochine infiammatorie. La stessa dose di nanoparticelle lipidiche somministrate per via intranasale ha portato a risposte infiammatorie simili nel polmone e ha determinato un alto tasso di mortalità. Tuttavia per la maggior parte di esse ECHA non rileva danni significativi nelle modalità d’uso consentite.

La loro potente attività adiuvante e la superiorità riportata rispetto ad altri adiuvanti nel supportare l’induzione di risposte immunitarie adattative probabilmente derivano dalla loro natura infiammatoria[48].

Caratteristiche del Prodotto

Ingredienti Funzioni Rischi
Nucleoside-modified mRNA encoding the viral spike (S) glycoprotein of SARS-CoV-2 Ingrediente attivo. Informazione genetica estranea all’organismo di cui non si conoscono effetti acuti e cronici a lungo termine.
2[(polyethylene glycol (PEG))-2000]-N,N-ditetradecylacetamide

CAS Number:  816-94-4

EC Number: 212-440-2

Sottoforma di nanolipide protegge l’mRNA e aiuta lo scorrimento dell’mRNA all’interno delle cellule. PEG non è stato utilizzato in alcun vaccino approvato in passato. Il suo uso ha quindi valore del tutto sperimentale. Alcuni scienziati hanno suggerito che il PEG potrebbe causarere azioni di tipo allergico.

Uno studio del 2016 riporta che il 72% delle persone possiede qualche tipo di anticorpi contro il Peg, forse proprio per l’ampio uso che se ne fa per la cosmesi. Solo nel 7% dei casi la presenza di questi anticorpi sarebbe abbastanza elevata da predisporre all’insorgenza di reazioni anafilattiche. Gli anticorpi contro Peg sarebbero del tipo IgM e IgG, che non danno reazioni allergiche e anafilattiche (dovute invece a IgE)[49].

1,2-distearoyl-sn-glycero-3-phosphocholine

CAS Number: 816-94-4

EC Number:  212-440-2

Sottoforma di nanolipide protegge l’mRNA e aiuta la penetrazione dell’mRNA all’interno delle cellule. Nessun pericolo è stato classificato da ECHA.

 

Cholesterol

CAS Number: 57-88-5;

EC Number: 200-353-2

Sottoforma di nanolipide protegge l’mRNA e aiuta  la penetrazione  dell’mRNA all’interno delle cellule. Nessun pericolo è stato classificato da ECHA.

 

ALC-0315, (4-hydroxybutyl)azanediyl)bis(hexane-6,1-diyl)bis(2-hexyldecanoate),

CAS Number: 2036272-55-4

EC Number:

Sottoforma di nanolipide protegge l’mRNA e aiuta  la penetrazione dell’mRNA all’interno delle cellule. Nessun pericolo è stato classificato da ECHA.

 

Sodium chloride

CAS Number: 7647-14-5

EC Number: 231-598-3

È il comune sale raffinato. Ha funzioni conservanti. Nessun pericolo classificato.

 

Monobasic potassium phosphate, Potassium dihydrogen phosphate

CAS Number: 7778-77-0

EC Number: 231-913-4

Ha funzioni conservanti. Nessun rischio classificato da ECHA. Dai dettagli si osserva che 22 Notificatori su 786 hanno segnalato H314 (Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari), 20 H315 (Provoca irritazione cutanea), 18 H318 (Provoca gravi lesioni oculari), 15 H319 (Provoca grave irritazione oculare, 11 H335 (Può irritare le vie respiratorie)[50].
Potassium chloride

CAS Number: 7447-40-7

EC Number: 231-211-8

Ha funzioni conservanti. Nessun pericolo è stato classificato da ECHA.

 

Dibasic sodium phosphate dihydrate,  Phosphoric acid, disodium salt, dihydrate

CAS Number: 10028-24-7

EC Number:  231-448-7

Ha funzioni conservanti. Questa sostanza provoca grave irritazione oculare[51].
Sucrose

CAS Number: 57-50-1

EC Number: 200-334-9

Ha funzioni conservanti. Nessun pericolo è stato classificato da ECHA.

 

 

I dati di Pfizer sugli animali facevano chiaramente presagire i seguenti rischi e pericoli:

– coagulazione ematica post vaccinale, potenzialmente in grado di provocare attacchi cardiaci, ictus e trombosi venosa.

– gravi danni alla fertilità femminile

– gravi danni ai neonati allattati al seno

– tossicità cumulativa dopo iniezioni multiple

Tutti gli eventi avversi di cui sopra sono stati registrati dopo il lancio dei vaccini e sono tutti riportati nelle segnalazioni ai vari registri degli eventi avversi[52].

In alcune persone si sono verificate miocarditi (infiammazione del muscolo cardiaco) o pericardite (infiammazione del rivestimento intorno al cuore) in seguito alla somministrazione di tale siero[53]. Anche in Italia vi sono stati molti casi alquanto sospetti[54].

Dall’aprile 2021, negli Stati Uniti sono stati segnalati un aumento dei casi di miocardite e pericardite dopo la vaccinazione con mRNA COVID-19 (Pfizer-BioNTech e Moderna) negli adolescenti e nei giovani adulti. Non è stato osservato un modello di segnalazione simile dopo la ricezione del vaccino Janssen COVID-19 (Johnson & Johnson)[55].

In Germania la commissione permanente per le vaccinazioni (Stiko) del “Robert Koch Institut” non consiglia la somministrazione di Pfizer ai giovanissimi e, nelle raccomandazioni ufficiali diffuse sul sito del Robert Koch Institut, si legge che: “L’uso di Comirnaty in bambini e adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni senza precedenti malattie è attualmente generalmente non raccomandato” e che “per questa fascia di età è quindi possibile la vaccinazione solamente dopo consiglio medico e se il bambino o l’adolescente o i tutori accettano i rischi individuali”.

Al 24 agosto nell’Unione Europea sono stati registrati 370,390 eventi avversi di cui 58.143 in Italia che è la nazione che ne ha segnalati di più.

Eventi avversi segnalati in EU dopo somministrazione di Tozinameran

 

Effetti indesiderati[56]

Frequenza non nota Reazione allergica grave; infiammazione del cuore (miocardite) o infiammazione del rivestimento esterno del cuore (pericardite) che possono causare respiro corto, palpitazioni o dolore toracico; gonfiore esteso del braccio vaccinato; gonfiore del viso (può manifestarsi gonfiore del viso nei pazienti che si sono sottoposti a iniezioni cosmetiche facciali)
Molto comuni (possono interessare più di 1 persona su 10)

 

Nel sito di iniezione: dolore, gonfiore; stanchezza; mal di testa; dolore muscolare; brividi; dolore articolare; diarrea; febbre
Comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 10) Arrossamento nel sito di iniezione, nausea, vomito
Non comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 100):

 

Ingrossamento dei linfonodi; malessere; dolore al braccio; insonnia;  prurito nel sito di iniezione; reazioni allergiche quali eruzione cutanea o prurito
Rari (possono riguardare fino a 1 persona su 1000)

 

Paresi temporanea di un lato del viso; reazioni allergiche quali orticaria o gonfiore del viso

 

Negli USA il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 non è stato approvato o concesso in licenza dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense, ma è stato autorizzato per l’uso di emergenza dalla FDA ai sensi di un’autorizzazione all’uso di emergenza (EUA) per prevenire la malattia da coronavirus 2019 (COVID- 19) per l’uso in individui di età pari o superiore a 16 anni.

L’uso di emergenza di questo prodotto è autorizzato solo Per la durata indicata dalla dichiarazione di sussistenza di circostanze che giustificano l’autorizzazione all’uso emergenziale del prodotto medico, ai sensi della sezione 564 (b) (1) della legge FD & C, A meno che la dichiarazione non venga ritirata o l’autorizzazione revocata prima[57].

La linfoadenopatia è stata correlata a questa terapia genica in particolare nella regione del braccio e del collo ed è stata segnalata entro 2-4 giorni dopo la vaccinazione[58].

Il British Medical Journal (una delle più autorevoli riviste scientifiche del mondo) che, ad opera del suo senior editor Peter Goshi ha criticato comunque aspramente l’FDA per aver violato una serie di procedure sempre rispettate per altri vaccini e farmaci[59].

Janssen (viral vector) (Johnson & Johnson)

Una dose (0,5 mL) contiene Adenovirus di tipo 26 che codifica per la glicoproteina spike di SARS-CoV-2* (Ad26.COV2-S), non meno di 8,92 log10 unità infettanti (U. Inf.). Prodotto nella linea cellulare PER.C6 TetR e mediante tecnologia del DNA ricombinante. Il prodotto contiene organismi geneticamente modificati (OGM).

La linea cellulare PER.C6 TetR su cui è coltivato il virus deriva da cellule retiniche embrionali umane, di un feto di 18 settimane abortito nel 1985. Questa linea cellulare è stata utilizzata principalmente per la produzione di vettori di adenovirus umani da utilizzare nello sviluppo di vaccini e nella terapia genica.

Il vettore virale trasporta il gene che codifica l’antigene S in una cellula umana. Una volta all’interno di una cellula, questa utilizza questo gene per produrre l’antigene S e visualizzarlo sulla superficie della cellula. L’antigene S determina una risposta immunitaria che aiuterebbe a preparare il corpo a rispondere a una futura esposizione a SARS-CoV-2.

Caratteristiche del Prodotto

Ingredienti Funzioni Note
Recombinant, replication-incompetent Ad26 vector, encoding a stabilized variant of the SARS-CoV-2 Spike (S) protein Codifica per la glicoproteina spike di SARS-CoV-2. Si tratta di un prodotto OGM derivato da cellule di aborti. Trasporta un informazione genetica estranea all’organismo.
Polysorbate-80

N. CAS: 9005-65-6

EC Number: 500-019-9

Tensioattivo non ionico (HLB 15) ed emulsionante: aiuta l’olio a mescolarsi con l’acqua per formare emulsioni, consente ad altri ingredienti di dissolversi meglio (solubilizzante). È utilizzato in più prodotti cosmetici e viene sfruttato come additivo alimentare (E433). Nessun rischio classificato da ECHA.

Al pari di altri derivati etossilati, potenziali pericoli per la salute umana sono rappresentati da impurità residue del processo di etossilazione (1,4-diossano e ossido di etilene). L’assunzione potrebbe consentire a sostanze chimiche tossiche di passare attraverso la barriera emato-encefalica[60].

2-hydroxypropyl-β-cyclodextrin

N. CAS: 128446-35-5

EC Number: 603-269-8

Migliora notevolmente le risposte immunitarie umorali a un vaccino senza effetti avversi. Nessun rischio classificato da ECHA.
Citric acid monohydrate

N. CAS: 5949-29-1

EC Number: 691-328-9

Ha funzioni conservanti. Questa sostanza può causare irritazione della pelle[61].
Trisodium citrate dihydrate

EC Number: 200-675-3

N. CAS: 68-04-2

Ha funzioni conservanti. Nessun rischio classificato da ECHA. Facilmente biodegradabile.
Sodium chloride

CAS Number: 7647-14-5

EC Number: 231-598-3

È il comune sale raffinato. Ha funzioni conservanti. Nessun pericolo classificato.
Ethanol

CAS Number: 64-17-5

EC Number: 200-578-6

Ha funzioni conservanti. Provoca danni agli organi, è tossica se ingerita, può provocare il cancro, è tossica a contatto con la pelle, è tossica se inalata, provoca gravi lesioni oculari e provoca irritazione cutanea[62].

 

La scheda informativa per destinatari e operatori sanitari rileva che in alcune persone che hanno ricevuto il vaccino Janssen COVID-19 si sono verificati coaguli di sangue che coinvolgono i vasi sanguigni nel cervello, nell’addome e nelle gambe insieme a bassi livelli di piastrine e che questi sintomi sono iniziati circa 1-2 settimane dopo la vaccinazione. La maggior parte delle persone che hanno sviluppato questi coaguli di sangue erano donne di età compresa tra 18 e 49 anni[63].

Sono stati osservate combinazioni di trombosi e trombocitopenia, in alcuni casi accompagnata da emorragia, casi severi di trombosi venosa in sedi insolite come trombosi del seno venoso cerebrale (CVST) e trombosi venosa splancnica, nonché trombosi arteriosa associate a trombocitopenia. Sono stati riportati esiti fatali. Questi casi si sono verificati nelle prime tre settimane successive alla vaccinazione e principalmente in donne di età inferiore a 60 anni.

Nei primi giorni successivi alla vaccinazione con COVID-19 Vaccine Janssen sono stati segnalati casi di sindrome da perdita capillare (CLS), in alcuni casi con esito fatale.

Il tromboembolismo venoso è stato incluso nel piano di gestione del rischio per il vaccino Janssen COVID-19 come problema di sicurezza da indagare, sulla base di una percentuale più elevata di casi di tromboembolismo venoso osservati all’interno del gruppo vaccinato rispetto al gruppo placebo nei primi studi clinici utilizzati per autorizzare questo vaccino[64]. Il PRAC valuterà ulteriori dati provenienti da due ampi studi clinici sul vaccino, che devono essere presentati a breve dal titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio del vaccino, al fine di valutare ulteriormente se la condizione è collegata al vaccino.

In seguito alla vaccinazione sono anche stati segnalati casi di sindrome di Guillain-Barré (GBS) [65].

Come con tutti i vaccini, la vaccinazione con COVID-19 Vaccine Janssen potrebbe non proteggere tutti i soggetti vaccinati[66].

Sono stati riportati 23796 eventi avversi segnalati da EudraVigilance[67] di cui 1123 in Italia.

Spikevax, Moderna (mRNA)

Il 6 gennaio è stato autorizzato dall’EMA e il 7 gennaio dall’AIFA.

Moderna utilizza la tecnologia mRNA per costruire anticorpi contro COVID-19.I nanolipidi aiutano a fornire l’mRNA alle cellule del destinatario del vaccino. I componenti nanolipidi del vaccino Moderna includono: (SM-102, 1,2-dimiristoil-rac-glicero3-metossipolietilenglicole-2000 [PEG2000-DMG], colesterolo e 1,2-distearoil-snglycero-3-fosfocolina [DSPC]).

Funzionamento del siero Moderna

Gli ingredienti rimanenti, acido acetico, stabilizzanti acidi (trometamina e trometamina cloridrato), sale (acetato di sodio) e zucchero (saccarosio) agiscono sinergicamente per mantenere la stabilità del vaccino dopo la produzione.

Caratteristiche del prodotto

Ingrediente Funzioni Note
Nucleoside-modified mRNA encoding the viral spike (S) glycoprotein of SARS-CoV-2 Ingrediente attivo Si tratta di una terapia genica sperimentale: utilizza un segmento genetico che va a inserirsi nelle nostre cellule obbligandole a produrre una parte del virus la quale, ritrovandosi nell’organismo, stimolerà la produzione di anticorpi. Non si conoscono effetti acuti e cronici a lungo termine.
PEG2000-DMG: 1,2-dimyristoyl-rac-glycerol, methoxypolyethylene glycol

N. CAS: 160743-62-4

È adatto per l’uso nella preparazione di nanoparticelle lipidiche per microRNA e RNA interferente breve[68].

 

Nessun pericolo classificato da ECHA.

È stata riconosciuta la possibilità di fenomeni di ipersensività in sinergia con polisorbati.

 

1,2-distearoyl-sn-glycero-3-phosphocholine

N. CAS: 816-94-4

EC Number: 212-440-2

Fa parte del sistema di somministrazione dell’ingrediente attivo. Nessun pericolo classificato.

 

Cholesterol

N. CAS: 57-88-5;

EC Number: 200-353-2

Sottoforma di nanolipide protegge l’mRNA e aiuta la penetrazione dell’mRNA all’interno delle cellule. Nessun pericolo classificato.

 

SM-102, heptadecan-9-yl 8-((2-hydroxyethyl) (6-oxo-6-(undecyloxy) hexyl) amino) octanoate

 

N. CAS: 2089251-47-6

EC Number:

Le formulazioni contenenti SM-102 sono utilizzate nello sviluppo di nanoparticelle lipidiche per la somministrazione di vaccini a base di mRNA.

 

La scheda tecnica  pubblicata dalla Cayman Chemical Company di Ann Arbor, Michigan: “Safety Data Sheet acc. to OSHA HCS”. (04/11/2021) afferma: “Solo per uso di ricerca, non per uso umano o veterinario”.
2-amino-2-(hydroxymethyl)propane-1,3-diol, Tromethamine, THAM

N. CAS: 77-86-1

EC Number: 201-064-4

Ingrediente sintetico che viene utilizzato come regolatore del pH. Presente anche in cosmetici e prodotti per la cura personale. H315 (99,9%): Provoca irritazione cutanea [Attenzione Corrosione/irritazione cutanea]

H319 (100%): Provoca grave irritazione oculare [Attenzione Gravi danni oculari/irritazione oculare]

H335 (88,25%): Può irritare le vie respiratorie [Attenzione Tossicità specifica per organi bersaglio, esposizione singola; Irritazione delle vie respiratorie][69]

Tromethamine hydrochloride, 2-Amino-2-(hydroxymethyl)propane-1,3-diol hydrochlorid

N. CAS: 1185-53-1

Contribuisce alla conservazione del prodotto H315 (99,09%): Provoca irritazione cutanea [Attenzione Corrosione/irritazione cutanea]

H319 (99,09%): Provoca grave irritazione oculare [Attenzione Gravi danni oculari/irritazione oculare]

H335 (96,36%): Può irritare le vie respiratorie [Attenzione Tossicità specifica per organi bersaglio, esposizione singola; Irritazione delle vie respiratorie]

Acetic acid

N. CAS: 64-19-7

EC Number: 200-580-7

 

Contribuisce alla conservazione del prodotto Questa sostanza provoca gravi ustioni alla pelle e danni agli occhi
Sodium acetate

N. CAS:127-09-3

EC Number: 204-823-8

Contribuisce alla conservazione del prodotto Nessun rischio classificato da ECHA.
Sucrose

N. CAS: 57-50-1

EC Number: 200-334-9

Contribuisce alla conservazione del prodotto Nessun rischio classificato da ECHA

 

Il vaccino contro il coronavirus Moderna potrebbe essere associato a un rischio più elevato di miocardite nei giovani adulti di quanto si credesse in precedenza. In alcune persone si sono verificate miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco) o pericardite (infiammazione del rivestimento intorno al cuore) in seguito alla somministrazione.

Dall’aprile 2021, negli Stati Uniti sono stati segnalati un aumento dei casi di miocardite e pericardite dopo la vaccinazione con mRNA COVID-19 Moderna, in particolare negli adolescenti e nei giovani adulti. Non è stato osservato un modello di segnalazione simile dopo la ricezione del vaccino Janssen COVID-19 (Johnson & Johnson) [70].

Al 21 agosto a livello europeo risultano 96,585 eventi avversi di cui circa 6363 in Italia[71].

Effetti avversi[72]

Frequenza non nota

 

Reazioni allergiche gravi con difficoltà respiratorie (anafilassi)

Reazione del sistema immunitario di aumentata sensibilità o intolleranza (ipersensibilità)

Infiammazione del cuore (miocardite) o infiammazione del rivestimento esterno del cuore (pericardite) che possono causare respiro corto, palpitazioni o dolore toracico

 

Molto comuni (possono interessare più di 1 persona su 10)

 

Gonfiore/Dolorabilità sotto le Ascelle; mal di testa; nausea; vomito; dolore ai muscoli, alle articolazioni e rigidezza; dolore o gonfiore in corrispondenza del sito di iniezione; sensazione di estrema stanchezza; brividi; febbre

 

Comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 10) Eruzione cutanea, arrossamento o orticaria in corrispondenza del sito di iniezione (in alcuni casi possono verificarsi qualche tempo dopo l’iniezione)
Non comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 100):

 

Prurito in corrispondenza del sito di iniezione
Rari (possono riguardare fino a 1 persona su 1000)

 

Paralisi temporanea di un lato del viso (paralisi di Bell); gonfiore del viso (può manifestarsi gonfiore del viso nei soggetti che si sono precedentemente sottoposti a iniezioni cosmetiche facciali); capogiro; diminuzione del senso del tatto o della sensibilità

 

Vaxzevria (COVID-19 Vaccine Astrazeneca, Chadox1 Ncov-19)

Il 29 gennaio è stato autorizzato dall’EMA e il 30 gennaio dall’AIFA.

Al 14 agosto 2021 risultano in Europa per questa terapia 356,461 eventi avversi di cui poco più di 20.000 in Italia. Il vaccino Vaxzevria è un vaccino destinato a prevenire la malattia da coronavirus 2019 (COVID-19) nelle persone di età pari o superiore ai 18 anni. È progettato per preparare il sistema immunitario a identificare e contrastare il coronavirus (SARS-CoV-2) responsabile della malattia COVID-19.

Il vaccino è composto da un adenovirus di scimpanzé incapace di replicarsi (ChAdOx1 – Chimpanzee Adenovirus Oxford 1) e modificato per veicolare l’informazione genetica destinata a produrre la proteina Spike del virus SARS-CoV-2.

Modalità d’azione del Vaccino Vaxveria

 

Caratteristiche del prodotto
Ingrediente Funzioni Note
Adenovirus di scimpanzé che codifica per la glicoproteina spike del SARS-CoV-2 ChAdOx1-S* Veicolare l’informazione genetica destinata a produrre la proteina Spike del virus SARS-CoV-2. Prodotto in cellule renali embrionali umane geneticamente modificate (HEK) 293 e mediante tecnologia del DNA ricombinante. Veicola un’informazione genetica estranea all’organismo
L-istidina cloridrato

N.CAS 5934-29-2

 

L’istidina è un Aminoacido precursore della sintesi di altri composti biologici come l’istamina (agendo come modulatore del sistema immunitario) e la carnosina (un potente antiossidante endogeno). L’istidina è coinvolta nella catalisi di un ampio numero di reazioni biosintesi di composti organici intermediari  genomici e non-genomici. Questa sostanza non risponde ai criteri di classificazione di cui al Regolamento n. 1272/2008/CE.

 

L-istidina, monoidrato
Cloruro di magnesio esaidrato

N. CAS: 7791-18-6

EC Number: 616-575-1

Conservante Nessun rischio classificato da ECHA
Polisorbato 80 (E 433), Sorbitan monooleate, ethoxylated

N. CAS: 9005-65-6

EC Number: 500-019-9

Utilizzato come emulsionante anche nell’industria alimentare. Nessun rischio classificato da ECHA.

Come addittivo alimentare può aumentare la permeabilità intestinale. Le persone intolleranti al glicole proprilenico dovrebbero evitarlo. In soggetti predisposti può causare reazioni cutanee, disturbi digestivi, calcoli alla vescica e ai reni, aumento di peso, infezioni urinarie[73]. A dosi elevate causa cattiva assimilazione del ferro.

Saccarosio È il comune zucchero da cucina. Nessun rischio significativo nelle dosi consentite.
Acido etilendiaminatetraacetico (EDTA)

N. CAS: 60-00-4

EC Number: 200-449-4

 

Additivo negli alimenti e nella medicina per rimuovere metalli pesanti, come anticoagulante e per prevenire la formazione di biofilm. Secondo la classificazione e l’etichettatura armonizzate (ATP01) approvate dall’Unione europea, questa sostanza provoca gravi irritazioni oculari. Inoltre, la classificazione fornita dalle aziende all’ECHA nelle registrazioni REACH identifica che questa sostanza è dannosa se inalata e può causare danni agli organi in caso di esposizione prolungata o ripetuta[74].
Disodio edetato (diidrato), Disodium dihydrogen ethylenediaminetetraacetate

N. CAS: 6381-92-6

EC Number: 205-358-3

Si tratta di un agente chelante di metalli pesanti con proprietà anti-ipercalcemiche e anti-aritmiche.

 

Secondo le indicazioni dei relativi prodotti (tra parentesi il numero di notificazioni delle ditte registrate da PubChem), la sostanza ha un pessimo profilo tossicologico: H302 (56,21%): Nocivo se ingerito [Attenzione Tossicità acuta, orale] H312 (34,91%): Nocivo a contatto con la pelle [Attenzione Tossicità acuta, per via cutanea] H315 (41,72%): Provoca irritazione cutanea [Attenzione Corrosione/irritazione cutanea] H319 (49,41%): Provoca grave irritazione oculare [Avvertenza Gravi danni oculari/irritazione oculare] H332 (57,1%): Nocivo per via inalatoria [Avvertenza Tossicità acuta, inalazione] H335 (40,83%): può causare irritazione respiratoria [Avvertenza Tossicità specifica per organi bersaglio, esposizione singola; Irritazione delle vie respiratorie] H373 (28,99%): provoca danni agli organi in caso di esposizione prolungata o ripetuta [Avvertenza Tossicità specifica per organi bersaglio, esposizione ripetuta] H412 (34,62%): Nocivo per la vita acquatica con effetti di lunga durata [Pericoloso per l’ambiente acquatico, pericolo a lungo termine]

[75].

 

L’Aifa il 15 marzo 2021 ha esteso “in via del tutto precauzionale e temporanea, in attesa dei pronunciamenti dell’Ema”, il divieto di utilizzo del vaccino AstraZeneca Covid19 “su tutto il territorio nazionale”. Il 15 aprile la Danimarca decide di non somministrare più il vaccino anti-Covid Vaxzevria di AstraZeneca, per nessuna categoria di persone. La locale agenzia sanitaria danese avrebbe preso questa decisione a seguito delle segnalazioni di casi di trombosi, spesso associati a un basso numero di piastrine nel sangue.

Varianti Spike solubili possono avviare gravi effetti collaterali quando si legano alle cellule endoteliali che esprimono ACE2 nei vasi sanguigni. In analogia agli eventi tromboembolici causati dalla proteina Spike codificata dal virus SARS-CoV-2, abbiamo definito il meccanismo della malattia sottostante la sindrome “mimetismo Covid-19 indotta da vaccino” (sindrome VIC19M)[76].

L’Ema ha riconosciuto come “possibile” il legame tra i rari eventi tromboembolici e il vaccino, ma ha affermato che i casi sono talmente rari da non alterare il rapporto rischi benefici a favore della vaccinazione[77].

In Italia, inizialmente il vaccino AstraZeneca era riservato a chi aveva meno di 55 anni, poi il Cts ha deciso di «raccomandarlo» agli over 60 equesta soglia è stata portata a 65 anni, nonostante vari casi di trombosi. L’11 giugno 2021 hanno detto il generale Figliuolo, il ministro Speranza e il coordinatore del Cts Locatelli «Mai più a chi a meno di 60 anni[78]. Ma nel frattempo i giovani sono stati incentivati a scegliere il siero Vaxzevria (questo il nome del farmaco) grazie agli open day.

Sono stati segnalati coaguli di sangue in combinazione con bassi livelli di piastrine (sindrome trombotica associata a trombocitopenia). La maggior parte di questi casi si è verificata nelle prime tre settimane successive alla vaccinazione e si è verificata principalmente in donne sotto i 60 anni di età. In alcuni casi questa condizione ha provocato morte[79].

Esami post mortem di casi tipici della sindrome trombotica trombocitopenica indotta da questo vaccino mostra il coinvolgimento di grandi vasi venosi. I risultati microscopici hanno mostrato occlusioni trombotiche vascolari che si verificano nella microcircolazione di più organi e aumento degli infiltrati infiammatori. Le analisi immunoistochimiche hanno evidenziato l’espressione vascolare e perivascolare di molecole di adesione e la presenza di cellule infiammatorie attivate. Questi risultati indicano che l’attivazione del sistema immunitario innato e la via del complemento promuovono il processo infiammatorio che porta al danno microvascolare di più organi[80].

In seguito alla vaccinazione con Vaxzevria sono stati segnalati anche casi di sindrome da perdita capillare (CLS). La CLS è una condizione grave che può portare alla morte e che causa perdita di liquido dai piccoli vasi sanguigni (capillari) con conseguente rapido gonfiore delle braccia e delle gambe, improvviso aumento di peso e sensazione di svenimento (bassa pressione sanguigna). È necessario rivolgersi immediatamente al medico se si sviluppano questi sintomi nei giorni successivi alla vaccinazione.

Sono stati registrati al 27 agosto 2021 360.027 casi avversi a livello Europeo di cui 20.668 in Italia (Dati EudraVigilance)[81].

Vaxzevria non è raccomandato nei bambini di età inferiore a 18 anni. Al momento non sono disponibili sufficienti informazioni sull’uso di Vaxzevria nei bambini e negli adolescenti di età inferiore a 18 anni.

Per i presunti danni provocati dalle dosi di vaccino contro il Covid-19 del lotto ABV2856, la sua somministrazione è stata sospesa nei giorni scorsi, dall’Agenzia Italiana del Farmaco[82].

 

Effetti indesiderati

Frequenza non nota grave reazione allergica (anafilassi); ipersensibilità; rapido gonfiore sotto la pelle in aree come viso, labbra, bocca e gola (che può causare difficoltà di deglutizione o di respirazione); sindrome da perdita capillare (una condizione che causa fuoriuscita di liquido dai piccoli vasi sanguigni)
Molto comuni (possono interessare più di 1 persona su 10)

 

dolorabilità, dolore, calore, prurito o lividi nel punto in cui viene praticata l’iniezione; sensazione di stanchezza (affaticamento) o sensazione di malessere generale; brividi o sensazione di febbre; mal di testa; nausea; dolore alle articolazioni o dolore muscolare
Comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 10) gonfiore o arrossamento nel punto in cui viene praticata l’iniezione; febbre (superiore o uguale a 38 °C); vomito o diarrea; bassi livelli di piastrine nel sangue; dolore alle gambe o alle braccia; sintomi simil-influenzali, come febbre alta, mal di gola, naso che cola, tosse e brividi; debolezza fisica o mancanza di energia
Non comuni (possono riguardare fino a 1 persona su 100):

 

sonnolenza o sensazione di vertigini; dolore addominale o diminuzione dell’appetito; ingrossamento dei linfonodi; sudorazione eccessiva, prurito alla pelle, eruzione cutanea o orticaria; sonnolenza o profonda mancanza di reattività e inattività
Rari (possono riguardare fino a 1 persona su 1000)

 

coaguli di sangue spesso in siti insoliti (ad es. cervello, intestino, fegato, milza), associati a bassi livelli di piastrine nel sangue

 

I vaccini sono utili o peggiorano le cose?

I dati che arrivano da Israele e dal Regno Unito evidenziano boom di contagi tra la popolazione che ha ricevuto la doppia dose. Rispetto all’utilità dei vaccini analizzando in dettaglio i dati si nota che per Covid-19, in Italia la situazione è peggiore di un anno fa: per gli over-80 dopo il vaccino il tasso di letalità è raddoppiato: dal 21% al 43%.

In Israele a partire da gennaio-febbraio 2021 il programma di vaccinazione coincide con un aumento del 22% della mortalità complessiva, rendendo il periodo il più mortale dell’ultimo decennio. Tra la fascia di età 20-29, l’aumento della mortalità complessiva è drammatico con un aumento del 32% della mortalità complessiva, suggerendo che il vaccino è più mortale per i giovani che per gli anziani. Esiste un’elevata correlazione tra il numero di persone vaccinate al giorno e il numero di decessi al giorno per tutte le fasce di età. Il rischio di morte dopo la seconda vaccinazione è maggiore che dopo la prima vaccinazione. È stato riscontrato un tasso relativamente alto di lesioni cardiache. Il 26% di tutti gli eventi cardiaci si è verificato nei giovani di età inferiore ai 40 anni, la diagnosi più comune è miocardite o pericardite. Inoltre, è stata osservata un’elevata prevalenza di sanguinamento vaginale massivo, danni neurologici, scheletrici e cutanei. Un numero significativo di eventi avversi riportati è correlato alla coagulopatia (infarto del miocardio, ictus, aborti spontanei, interruzione del flusso sanguigno agli arti, embolia polmonare)[83].

Il confronto degli andamenti dei morti per COVID tra Israele e Svezia (paese senza lockdown o obblighi vaccinali) è esemplificativo della pericolosità dei vaccini e di come peggiorino la situazione..

Nonostante sia vaccinata con ciclo completo gran parte della popolazione italiana (oltre il 53% dell’intera popolazione, e il 61% della popolazione vaccinabile over 12, l’85% degli over 60 dove si concentra la mortalità e l’ospedalizzazione da Covid-19), abbiamo numeri peggiori rispetto alla stessa data di un anno fa, in piena estate. La situazione dello scorso anno non era merito del lockdown di marzo e aprile: l’Italia era tornata alla normalità a maggio e fino a inizio ottobre il contagio era rimasto quasi azzerato con gli ospedali vuoti nonostante 5 mesi di folle, assembramenti, eventi e turismo. Quest’anno, nonostante maggiori restrizioni (discoteche mai riaperte, mascherine ancora obbligatorie nei luoghi chiusi, terapie geniche somministrate alla maggioranza della popolazione) la situazione è peggiore.

In Gran Bretagna il 69% dei morti positivi alla variante Delta erano vaccinati[84]. Naturalmente la maggior parte degli anziani sono stati vaccinati ed è normale che siano prevalenti. Ma certamente si dimostra che la vaccinazione non è in grado di prevenire i casi gravi per lo meno per le varianti.

Secondo i dati PHE, il tasso di mortalità ospedaliera per Covid-19 tra i completamente vaccinati sotto i 50 anni è superiore del 175% rispetto al tasso tra i non vaccinati sotto i 50 anni[85].

Da uno studio danese condotto su 30.000 residenti di case di cura e 330.000 dipendenti nel servizio sanitario che ci sono stati il 40% in più di infezioni nelle case di cura e il 106% in più di infezioni tra gli operatori sanitari rispetto a quelli non ancora vaccinati nei primi 14 giorni dopo la vaccinazione[86].

Dal 28 luglio al 3 agosto, in Italia abbiamo avuto un ulteriore aumento dei nuovi casi (+19,9%) e degli indicatori ospedalieri: +36,3% di pazienti ricoverati in area medica, +36,5%  nelle terapie intensive. Continuano a salire anche i decessi (+8,1%), nonostante appunto più di 15 milioni di over 60 pari all’85% del totale abbiano completato il ciclo vaccinale.

I vaccini sembrano favorire nuove varianti del virus. È del resto opinione di molti scienziati e ricercatori della pericolosità ed inutilità di effettuare vaccinazioni di massa durante una pandemia. Inoltre non sembrano stimolare il sistema immunitario più di quanto non faccia la Natura. La variante Delta del coronavirus è quasi 6 volte meno sensibile agli anticorpi sviluppati dalle persone guarite da Covid-19, e fino a 8 volte meno sensibile agli anticorpi indotti dalla vaccinazione[87].

Dubbi vi sono anche sulla qualità del prodotto, oltre che sulle problematiche dovute alla conservazione. il governo giapponese ha sospeso l’uso di 2,66 milioni di dosi del farmaco in quanto “contaminate con sostanze estranee”[88] in particolare “una sostanza che reagisce ai magneti”[89].

Note

[1] Si veda ad esempio: The effects of allium sativum on immunity within the scope of COVID-19 infection. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32512493/; Inhibition of severe acute respiratory syndrome coronavirus replication in a lethal SARS-CoV BALB/c mouse model by stinging nettle lectin, Urtica dioica agglutinin, Antivir. Ris. 2011; 90 :22-32. doi: 10.1016/j.antiviral.2011.02.003; Colunga Biancatelli RML, Berrill M, Catravas JD, Marik PE. Quercetin and Vitamin C: An Experimental, Synergistic Therapy for the Prevention and Treatment of SARS-CoV-2 Related Disease (COVID-19). Front Immunol. 2020;11:1451. Published 2020 Jun 19. doi:10.3389/fimmu.2020.01451 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7318306;/;Sampangi-Ramaiah M.H., Vishwakarma R., Shaanker R.U. Molecular docking analysis of selected natural products from plants for inhibition of SARS-CoV-2 main protease. Curr. Sci. 2020;118:1087–1092.

[2] Montagnier sulla vaccinazione di massa: “l’Uomo sta lavorando alla propria scomparsa”. https://www.cagliaripost.com/montagnier-sulla-vaccinazione-di-massa-luomo-sta-lavorando-alla-propria-scomparsa/

[3] Vaccini, settimo rapporto Aifa: in Italia sinora 498 segnalazioni di morte. https://www.lapressa.it/articoli/societa/vaccini-settimo-rapporto-aifa-in-italia-423-segnalazioni-di-morte

[4] “13mila morti post vaccino”, il rapporto Usa che non vogliono farvi vedere. Ecco cosa dice. https://www.ilparagone.it/attualita/13mila-morti-post-vaccino-il-rapporto-usa-che-non-vogliono-farvi-vedere-ecco-cosa-dice/

[5] urly.it/3f1b3; https://www.facebook.com/martina.dorazio.14/videos/10216469080799867

[6] ANSA. Covid: spike danneggia direttamente cellule di vasi sanguigni. https://www.ansa.it/canale_saluteebenessere/notizie/salute_bambini/medicina/2021/05/11/covidspike-danneggia-direttamente-cellule-di-vasi-sanguigni_6ba56a18-2c1a-48c5-9ae5-51a7204054f9.html

[7] https://rumble.com/embed/vivcqt/?pub=4

[8] https://www.theepochtimes.com/harvard-epidemiologist-martin-kulldorff-on-vaccine-passports-the-delta-variant-and-the-covid-public-health-fiasco_3942556.html

[9] Covid, Israele sotto shock per l’inefficacia del vaccino: nuovo record di contagi, e il 68% dei ricoverati è vaccinato con ciclo completo. https://www.meteoweb.eu/2021/08/israele-inefficacia-vaccino-record-contagi-e-ricoveri/1712127/; Aumento delle infezione nei vaccinati. La Svezia vieta l’ingresso agli israeliani. https://www.byoblu.com/2021/09/03/aumento-delle-infezione-nei-vaccinati-la-svezia-vieta-lingresso-agli-israeliani/

[10] Covid, il caso Islanda. Nel paese con più vaccinati al mondo sono tornate le restrizioni. https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/08/05/covid-il-caso-islanda-nel-paese-con-piu-vaccinati-al-mondo-sono-tornate-le-restrizioni/6283867/

[11] Covid, il dato del Regno Unito spaventa il mondo: nei vaccinati il tasso di letalità è più alto che nei non vaccinati. https://www.meteoweb.eu/2021/08/regno-unito-tasso-di-letalita-vaccinati-non-vaccinati/1717671/

[12] Hoshino A, Fujioka K, Oku T, Nakamura S, Suga M, Yamaguchi Y, Suzuki K, Yasuhara M, Yamamoto K.

Quantum dots targeted to the assigned organelle in living cells.Microbiol Immunol. 2004;48(12):985-94. doi: 10.1111/j.1348-0421.2004.tb03621.x. https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/j.1348-0421.2004.tb03621.x; Salnikov V, Lukyánenko YO, Frederick CA, Lederer WJ, Lukyánenko V. Probing the outer mitochondrial membrane in cardiac mitochondria with nanoparticles. Biophys J. 2007;92(3):1058-1071. doi:10.1529/biophysj.106.094318

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1779971/

[13] Wilson RF. Nanotechnology: the challenge of regulating known unknowns. J Law Med Ethics. 2006 Winter;34(4):704-13. doi: 10.1111/j.1748-720X.2006.00090.x. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/17199812/

Albanese A, Tang PS, Chan WC. The effect of nanoparticle size, shape, and surface chemistry on biological systems.Annu Rev Biomed Eng. 2012;14:1-16. doi: 10.1146/annurev-bioeng-071811-150124. Epub 2012 Apr 18. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/22524388/

[14] Interim Clinical Considerations for Use of COVID-19 Vaccines Currently Authorized in the United States

[15] Tra i casi segnalati in Italia ricordiamo: Elisabeth Durazzo 14 gennaio, Frosinone. Infermiera, anni 39, muore due giorni dopo l’iniezione (Pfizer); Infermiera morta nel sonno a Piedimonte San Germano: Elisabeth aveva 39 anni. https://www.fanpage.it/roma/infermiera-morta-nel-sonno-a-piedimonte-san-germano-elisabeth-aveva-39-anni/; Enrico Patuzzo 14 gennaio, Mantova. Medico ospedaliero, muore poche ore dopo l’iniezione  (Pfizer) (ma poi si è dichiarato “nessuna correlazione”); Ricoverato a 19 anni dopo la seconda dose di Pfizer. “Miocardite”, il caso a Viterbo. https://www.iltempo.it/attualita/2021/08/04/news/vaccino-ricoverato-19-anni-seconda-dose-pfizer-miocardite-effetti-collaterali-ospedale-belcolle-viterbo-28206801/; Il 24 luglio è morto Santo Giuliano, ex ballerino della scuola di Amici di Maria De Filippi, di arresto cardiaco per un’infezione al miocardio che pare, così ha comunicato su Instagram, sia venuta in seguito alla prima dose di vaccino Pfizer.

[16] Covid, vaccini ai giovani. Lo scienziato israeliano Cohen: “Può accentuare il rischio di miocardite. Bambini? Abbiamo bisogno di dati”. https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/07/15/covid-vaccini-ai-giovani-lo-scienziato-israeliano-cohen-puo-accentuare-il-rischio-di-miocardite-bambini-abbiamo-bisogno-di-dati/6259699/

[17] Montgomery J, Ryan M, Engler R, et al. Myocarditis Following Immunization With mRNA COVID-19 Vaccines in Members of the US Military. JAMA Cardiol. Published online June 29, 2021. doi:10.1001/jamacardio.2021.2833

[18] Pfizer Vaccine May Cause Heart Inflammation in People Under 30, Leaked Study Suggests. https://childrenshealthdefense.org/defender/pfizer-vaccine-heart-inflammation-people-under-30-leaked-study/

[19] COVID-19 VaST Work Group Report – May 24, 2021. https://www.cdc.gov/vaccines/acip/work-groups-vast/report-2021-05-24.html

[20] COVID-19 mRNA vaccines and Myocarditis: benefits outweigh the risks, says WHO committee. https://news.un.org/en/story/2021/07/1095622

[21] CDC: Teens Vaccinated With Pfizer or Moderna at Higher Risk of Heart Inflammation. https://childrenshealthdefense.org/defender/cdc-teens-vaccinated-pfizer-moderna-higher-risk-heart-inflammation/

[22] Clinical Considerations: Myocarditis and Pericarditis after Receipt of mRNA COVID-19 Vaccines Among Adolescents and Young Adults. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/clinical-considerations/myocarditis.html

[23] Il vaccino a mRNA non convince la Cina: possibili rischi per la salute. https://www.money.it/vaccino-mRNA-non-convince-Cina-possibili-rischi-salute

[24] Interim Clinical Considerations for Use of COVID-19 Vaccines Currently Authorized in the United States

[25] Clinical Considerations: Myocarditis and Pericarditis after Receipt of mRNA COVID-19 Vaccines Among Adolescents and Young Adults. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/clinical-considerations/myocarditis.html

[26] Tra i casi segnalati in Italia ricordiamo: Elisabeth Durazzo 14 gennaio, Frosinone. Infermiera, anni 39, muore due giorni dopo l’iniezione (Pfizer); Infermiera morta nel sonno a Piedimonte San Germano: Elisabeth aveva 39 anni. https://www.fanpage.it/roma/infermiera-morta-nel-sonno-a-piedimonte-san-germano-elisabeth-aveva-39-anni/; Enrico Patuzzo 14 gennaio, Mantova. Medico ospedaliero, muore poche ore dopo l’iniezione  (Pfizer) (ma poi si è dichiarato “nessuna correlazione”); Ricoverato a 19 anni dopo la seconda dose di Pfizer. “Miocardite”, il caso a Viterbo. https://www.iltempo.it/attualita/2021/08/04/news/vaccino-ricoverato-19-anni-seconda-dose-pfizer-miocardite-effetti-collaterali-ospedale-belcolle-viterbo-28206801/; Rischio la carriera per colpa del vaccino. https://www.laverita.info/rischio-la-carriera-per-colpa-del-vaccino-2654805073.html; “Pericardite acuta dopo la seconda dose”: l’odissea in ospedale di una donna di Lucca https://www.ilparagone.it/attualita/pericardite-acuta-dopo-la-seconda-dose-lodissea-in-ospedale-di-una-donna-di-lucca/?fbclid=IwAR10kLC7vYW_D-58v-Iy6vM3Bjp5dOvrSu8WcLSRAWePS4sBShhOSdW9eCU

[27] Perry RJ, Tamborska A, Singh B, Craven B, Marigold R, Arthur-Farraj P, Yeo JM, Zhang L, Hassan-Smith G, Jones M, Hutchcroft C, Hobson E, Warcel D, White D, Ferdinand P, Webb A, Solomon T, Scully M, Werring DJ, Roffe C; CVT After Immunisation Against COVID-19 (CAIAC) collaborators. Cerebral venous thrombosis after vaccination against COVID-19 in the UK: a multicentre cohort study. Lancet. 2021 Aug 6:S0140-6736(21)01608-1. doi: 10.1016/S0140-6736(21)01608-1. Epub ahead of print. PMID: 34370972; PMCID: PMC8346241. https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34370972/

[28] Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore COVID-19 Vaccine Janssen sospensione iniettabile vaccino anti-COVID-19 (Ad26.COV2-S [ricombinante]) https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_001306_049395_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

[29] Eric Kowarz, Lea Krutzke, Jenny Reis, Silvia Bracharz, Stefan Kochanek, Rolf Marschalek. “Vaccine-Induced Covid-19 Mimicry” Syndrome: Splice reactions within the SARS-CoV-2 Spike open reading frame result in Spike protein variants that may cause thromboembolic events in patients immunized with vector-based vaccines. https://www.researchsquare.com/article/rs-558954/v1

[30] Covid e trombosi, uomini over 50 a rischio: lo studio. https://www.adnkronos.com/covid-e-trombosi-uomini-over-50-a-rischio-lo-studio_5dNJxqPn4jkFi0R3Vj7Ymt

[31] Ragazzo di 17 anni ricoverato al Meyer con una trombosi al cervello: aveva fatto Pfizer. https://firenze.repubblica.it/cronaca/2021/08/19/news/firenze_meyer_ragazzo_17_anni_pfizer_trombosi_meyer_ricovero-314488837/?fbclid=IwAR0CZGmfvYBHag-_vYt0mJISfBwlDcvtA-wmwCtIfwZBciR0wkVmf1CCCqA; Camilla Canepa, l’autopsia conferma: “Trombosi legata al siero anti-virus”. https://ilgiornaledellasera.blogspot.com/2021/08/camilla-canepa-lautopsia-conferma.html?m=1&fbclid=IwAR0WyFDdctGpzCIyrSIxB2enW7Ur199l7nWOZGOpDmzn4Qyh5UPDbpRcwfo;

[32] C’è una relazione tra vaccini anti SARS-CoV-2 a mRNA e paralisi di Bell? https://www.farmacovigilanza.eu/content/c%E2%80%99%C3%A8-una-relazione-tra-vaccini-anti-sars-cov-2-mrna-e-paralisi-di-bell

[33] CDC. Local Reactions, Systemic Reactions, Adverse Events, and Serious Adverse Events: Pfizer-BioNTech COVID-19 Vaccine. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/info-by-product/pfizer/reactogenicity.html

[34] Paralisi facciale dopo vaccino Pfizer, gli esperti: “Possibile effetto collaterale”. https://www.ilgiorno.it/cronaca/vaccino-pfizer-paralisi-facciale-1.6610342?fbclid=IwAR3skutFfqeGE9IGs3-lUbWg2uq_KAO00U61JQh1ufsPUmLYVO80CZu4Xk0

[35] Il Ministro australiano Victor Dominello colpito da paralisi di Bell: sospetta correlazione con il vaccino anti Covid. https://www.meteoweb.eu/2021/08/il-ministro-australiano-victor-dominello-colpito-da-paralisi-di-bell/1715706/

[36] Equipo Kern Pharma, Vojtech Repa fermato dalla paralisi di Bell: “Non riesco a chiudere l’occhio sinistro. Non so quanto ci vorrà, ma spero di tornare a correre già quest’anno”. https://cyclingpro.net/spaziociclismo/continental/equipo-kern-pharma-vojtech-repa-fermato-dalla-paralisi-di-bell-non-riesco-a-chiudere-locchio-sinistro-non-so-quanto-ci-vorra-ma-spero-di-tornare-a-correre-gia-questanno/

[37]  Vaccini COVID-19: l’EMA esamina i casi di sindrome infiammatoria multisistemica. https://infermieristicamente.it/articolo/14274/vaccini-covid-19:-lema-esamina-i-casi-di-sindrome-infiammatoria-multisistemica

[38] Classen JB. COVID-19 RNA Based Vaccines and the Risk of Prion Disease. Microbiol Infect Dis. 2021; 5(1): 1-3

[39] Primo caso di malattia di Creutzfeldt-Jakob entro tre mesi dalla vaccinazione Pfizer. https://telegra.ph/Primo-caso-di-malattia-di-Creutzfeldt-Jakob-entro-tre-mesi-dalla-vaccinazione-Pfizer-09-02

[40] Lecce militare stroncato a 21 anni dalla leucemia. La Cassazione: “Nesso tra malattia e gli 11 vaccini somministrati in 8 mesi”. https://it.newchic.com/theme-men-hats-bags-t-365476/?utm_source=google&utm_medium=cpc_ads1&utm_campaign=cnew-mac-mb-ud-cl329760-0811-all-0728-365476&utm_content=volai&utm_design=144&gclid=EAIaIQobChMI29LKqs2y8gIVmKDeCh1wQA5gEAEYASAAEgJj1_D_BwE&country=105

[41] Michele Merlo, “leucemia fulminante colpa del vaccino. Faceva lo spiritoso”: l’orrore novax contro l’ex cantante di Amici. https://www.liberoquotidiano.it/news/spettacoli/televisione/27483805/michele-merlo-leucemia-fulminante-colpa-vaccino-faceva-spiritoso-orrore-novax.html

[42] Michele Merlo morto, la polemica sul vaccino. La nota della famiglia https://www.leggo.it/spettacoli/amici/michele_merlo_amici_vaccinato_come_sta_ultime_notizie_oggi_7_giugno_2021-6007522.html

[43] Muore a dodici anni, lutto cittadino. https://www.linkoristano.it/2021/08/09/muore-a-dodici-anni-lutto-cittadino/; Tragedia a Campagna, 29enne muore dopo un malore | È risultato affetto da leucemia fulminante. https://salerno.occhionotizie.it/campagna-morto-malore-leucemia-fulminante-chi-era/; Stroncata da una leucemia fulminante. Il dramma di Monica, figlia di una nota commerciante. https://casertace.net/stroncata-da-una-leucemia-fulminante-il-dramma-di-monica-figlia-di-una-nota-commerciante/; JESI / Addio a Emanuela Bambini, lavorava al Centro Trasfusionale. https://www.qdmnotizie.it/jesi-addio-a-emauela-bambini-lavorava-al-centro-trasfusionale/; Leonardo Monaco morto di leucemia fulminante, la mamma: “L’ho coccolato fino all’ultimo”. https://www.ilrestodelcarlino.it/forl%C3%AC/cronaca/leonardo-monaco-leucemia-fulminante-1.6449176; Leucemia fulminante, ragazzo in fin di vita. https://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/leucemia-fulminante-ragazzo-in-fin-di-vita-1.6447465; Viareggio piange la morte del comandante di yacht Daniele Panizza. https://www.luccaindiretta.it/cronaca/2021/07/14/viareggio-piange-la-morte-del-comandante-di-yacht-daniele-panizza/244610/

[44] Il virologo Bossche: col vaccino anti covid distruggiamo il sistema immunitario delle persone. https://www.iltempo.it/attualita/2021/03/16/news/il-virologo-bossche-col-vaccino-ani-covid-distruggiamo-il-sistema-immunitario-delle-persone-26566731/. L’articolo cita In una lettera all’OMS e in una video intervista di follow-up.

[45] Cardozo T, Veazey R. Informed consent disclosure to vaccine trial subjects of risk of COVID-19 vaccines worsening clinical disease. Int J Clin Pract. 2021 Mar;75(3):e13795. doi: 10.1111/ijcp.13795. Epub 2020 Dec 4. PMID: 33113270; PMCID: PMC7645850.

[46] SARS-CoV-2 variants of concern and variants under investigation in England Technical briefing 21 20 August 2021. https://assets.publishing.service.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/1012644/Technical_Briefing_21.pdf

[47] Covid, gli over 80 vaccinati finiti in ospedale sono più di quelli non immunizzati. https://www.iltempo.it/attualita/2021/08/19/news/covid-over-80-vaccinati-in-ospedale-piu-di-quelli-non-immunizzati-28355292/

[48] Ndeupen S, Qin Z, Jacobsen S, Estanbouli H, Bouteau A, Igyártó BZ. The mRNA-LNP platform’s lipid nanoparticle component used in preclinical vaccine studies is highly inflammatory. bioRxiv [Preprint]. 2021 Jul 23:2021.03.04.430128. doi: 10.1101/2021.03.04.430128. PMID: 33688649; PMCID: PMC7941620.

[49]Povsic, Thomas J. et al Pre-existing anti-PEG antibodies are associated with severe immediate allergic reactions to pegnivacogin, a PEGylated aptamer. Journal of Allergy and Clinical Immunology, Volume 138, Issue 6, 1712 – 1715

[50] https://echa.europa.eu/information-on-chemicals/cl-inventory-database/-/discli/details/31910

[51] ECHA, Substance infocard. Phosphoric acid, disodium salt, dihydrate https://echa.europa.eu/it/substance-information/-/substanceinfo/100.133.828

[52] L. Johnson: Official Vaccine Injury and Fatality Data: EU, UK and US. 2021. url: https://doctors4covidethics.org/official-eu-adverse-event-data-eu-uk-us/.

[53] Interim Clinical Considerations for Use of COVID-19 Vaccines Currently Authorized in the United States

[54] Tra i casi segnalati in Italia ricordiamo: Elisabeth Durazzo 14 gennaio, Frosinone. Infermiera, anni 39, muore due giorni dopo l’iniezione (Pfizer); Infermiera morta nel sonno a Piedimonte San Germano: Elisabeth aveva 39 anni. https://www.fanpage.it/roma/infermiera-morta-nel-sonno-a-piedimonte-san-germano-elisabeth-aveva-39-anni/; Enrico Patuzzo 14 gennaio, Mantova. Medico ospedaliero, muore poche ore dopo l’iniezione  (Pfizer) (ma poi si è dichiarato “nessuna correlazione”); Ricoverato a 19 anni dopo la seconda dose di Pfizer. “Miocardite”, il caso a Viterbo. https://www.iltempo.it/attualita/2021/08/04/news/vaccino-ricoverato-19-anni-seconda-dose-pfizer-miocardite-effetti-collaterali-ospedale-belcolle-viterbo-28206801/

[55] Clinical Considerations: Myocarditis and Pericarditis after Receipt of mRNA COVID-19 Vaccines Among Adolescents and Young Adults. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/clinical-considerations/myocarditis.html

[56] Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore. Comirnaty concentrato per dispersione iniettabile Vaccino a mRNA anti-COVID-19 (modificato a livello dei nucleosidi). https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_005389_049269_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

[57] Pfizer-Biontech Covid-19 Vaccine Trial Overview. https://web.archive.org/web/20210301062516/https://www.pfizer.com/science/coronavirus/vaccine/

[58] CDC. Local Reactions, Systemic Reactions, Adverse Events, and Serious Adverse Events: Pfizer-BioNTech COVID-19 Vaccin. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/info-by-product/pfizer/reactogenicity.html

[59] https://blogs.bmj.com/bmj/2021/08/23/does-the-fda-think-these-data-justify-the-first-full-approval-of-a-covid-19-vaccine/

[60] Polysorbate 80 | Uso in Alimenti e Cosmetici | Fa Male? https://magazine.x115.it/x115/polysorbate-80/

[61] ECHA Substance Infocard.Citric Acid Monohydrate. https://echa.europa.eu/it/substance-information/-/substanceinfo/100.218.961

[62] ECHA Substance Infocard. Ethanol. https://echa.europa.eu/it/substance-information/-/substanceinfo/100.000.526

[63] CDC. Clinical Considerations: Myocarditis and Pericarditis after Receipt of mRNA COVID-19 Vaccines Among Adolescents and Young Adults. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/clinical-considerations/covid-19-vaccines-us.html#footnote-06

[64] Punti salienti della riunione del Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (PRAC) 30 agosto – 2 settembre. https://www.ema.europa.eu/en/news/meeting-highlights-pharmacovigilance-risk-assessment-committee-prac-30-august-2-september-2021

[65] Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore COVID-19 Vaccine Janssen sospensione iniettabile vaccino anti-COVID-19 (Ad26.COV2-S [ricombinante]) https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_001306_049395_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

[66] Allegato I Riassunto Delle Caratteristiche Del Prodotto. COVID-19 Vaccine Janssen sospensione iniettabile

Vaccino anti-COVID-19 (Ad26.COV2-S [ricombinante]). https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_001306_049395_RCP.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

[67] Eudravigilance. https://www.ema.europa.eu/en/human-regulatory/research-development/pharmacovigilance/eudravigilance

[68] Gli scienziati hanno imparato ad utilizzare la tecnica dell’RNA interferente per rompere specifiche sequenze di RNA nelle cellule animali e vegetali. Oggi è possibile sintetizzare sequenze artificiali di RNA interferente che, inserite nella cellula, possono rompere qualsiasi RNA si voglia disattivare. Questa è diventata una tecnica veloce ed efficace per determinare la funzione di un gene: si distrugge la maggior parte dell’RNA messaggero che quel gene produce usando un RNA interferente opportuno, in questo modo si arresta quasi completamente la produzione della proteina codificata da quel gene e si osservano le conseguenze. Alcuni ricercatori stanno provando ad usare queste piccole molecole di RNA per combattere malattie, per esempio disattivando alcuni geni legati al cancro.

[69] PubChem. 2-Amino-2-hydroxymethyl-propane-1,3-diol (compound). https://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/compound/2-Amino-2-hydroxymethyl-propane-1_3-diol#section=Safety-and-Hazards

[70] Clinical Considerations: Myocarditis and Pericarditis after Receipt of mRNA COVID-19 Vaccines Among Adolescents and Young Adults. https://www.cdc.gov/vaccines/covid-19/clinical-considerations/myocarditis.html

[71] https://dap.ema.europa.eu/analytics/saw.dll?PortalPages

[72] Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore. Spikevax dispersione per preparazione iniettabile Vaccino a mRNA anti-COVID-19 (modificato a livello dei nucleosidi). https://www.modernacovid19global.com/eu/it/package-leaflet.pdf

[73] Schwartzberg LS, Navari RM. Safety of Polysorbate 80 in the Oncology Setting. Adv Ther. 2018 Jun;35(6):754-767. doi: 10.1007/s12325-018-0707-z. Epub 2018 May 23. PMID: 29796927; PMCID: PMC6015121.

[74] Substance Information Infocard. Edetic acid. https://echa.europa.eu/it/substance-information/-/substanceinfo/100.000.409

[75] PubChem. Disodium edetate dihydrate (compound). https://pubchem.ncbi.nlm.nih.gov/compound/Disodium-edetate-dihydrate#section=GHS-Classification

[76] Eric Kowarz, Lea Krutzke, Jenny Reis, Silvia Bracharz, Stefan Kochanek, Rolf Marschalek. “Vaccine-Induced Covid-19 Mimicry” Syndrome: Splice reactions within the SARS-CoV-2 Spike open reading frame result in Spike protein variants that may cause thromboembolic events in patients immunized with vector-based vaccines.  DOI:

10.21203/rs.3.rs-558954/v1

[77] Vaccino AstraZeneca: ecco dove e per chi è stato sospeso. https://www.wired.it/scienza/medicina/2021/04/15/astrazeneca-ecco-dove-sospeso/?refresh_ce=l

[78] Non c’è pace per AstraZeneca. Vietato a chi ha meno di 60 anni, richiamo con Pfizer o Moderna. https://www.iltempo.it/attualita/2021/06/12/news/vaccino-astrazeneca-vietato-under-60-giovani-seconda-dose-pfizer-moderna-figliuolo-locatelli-speranza-27564012/

[79] Foglio illustrativo: informazioni per l’utilizzatore. Vaxzevria, sospensione iniettabile. Vaccino anti-COVID-19 (ChAdOx1-S [ricombinante]). https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000690_049314_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

[80] Pomara C, Sessa F, Ciaccio M, et al. Post-mortem findings in vaccine-induced thrombotic thombocytopenia. Haematologica. 2021;106(8):2291-2293. Published 2021 Aug 1. doi:10.3324/haematol.2021.279075

[81] EudraVigilance. European database of suspected adverse drug reaction reports. https://www.adrreports.eu/en/search_subst.html#

[82] A Parma una delle prime cause contro Astrazeneca: “Chiedo 50 mila euro per i danni del vaccino”. https://www.parmatoday.it/cronaca/vaccino-causa-astrazeneca.html

[83] Never has a vaccine harmed so many. https://www.paulcraigroberts.org/2021/09/01/never-has-a-vaccine-harmed-so-many/; The Israeli People’s Committee Report of Adverse Events Related to the Corona Vaccine, April 2021. https://assets-global.website-files.com/606d3dece4ec3c3866cc798a/60a5ff589cd77751eaf60c30_25%20The%20Israeli%20Peoples%20Committee%20Report.pdf

[84] SARS-CoV-2 variants of concern and variants under investigation in England. https://assets.publishing.service.gov.uk/government/uploads/system/uploads/attachment_data/file/1014926/Technical_Briefing_22_21_09_02.pdf

[85] Covid-19 hospitalisation-fatality rate among Fully Vaccinated under 50’s is 175% higher than rate among unvaccinated under 50’s according to PHE data. https://theexpose.uk/2021/09/07/covid-19-hospitalisation-fatality-rate-among-fully-vaccinated-under-50s-is-175-percent-higher/

[86] Ida Rask Moustsen-Helms, Hanne-Dorthe Emborg, Jens Nielsen, Katrine Finderup Nielsen, Tyra Grove Krause, Kåre Mølbak, Karina Lauenborg Møller, Ann-Sofie Nicole Berthelsen, Palle Valentiner-Branth. Vaccine effectiveness after 1st and 2nd dose of the BNT162b2 mRNA Covid-19 Vaccine in long-term care facility residents and healthcare workers – a Danish cohort study. doi: https://doi.org/10.1101/2021.03.08.21252200

[87] Variante Delta, perché contagia vaccinati e guariti: lo studio. https://www.adnkronos.com/variante-delta-fino-a-8-volte-meno-sensibile-ad-anticorpi-da-vaccino-lo-studio_2jihYL28DaTxApYGO66Y8a

[88] Japan suspends Moderna Covid vaccine after another million doses found contaminated, bringing total to 2.6 million https://www.rt.com/news/533431-japan-suspends-moderna-vaccine-contaminated/?fbclid=IwAR1hMfuPza8djOizx7kQsuX_yVFhEsE-uj2FfesoR5PVjJFJ40gs_uFtvn0

[89] Giappone, nei lotti Moderna sospesi “una sostanza che reagisce ai magneti”. https://www.imolaoggi.it/2021/08/27/giappone-nei-lotti-moderna-sospesi/

www.europeanconsumers.it

1 commento

  1. Vincenzo Stabile

    Uno studio serio rispetto a tanti altri

    Rispondi

Trackback/Pingback

  1. “NON POTETE PIÙ DIRE…” – IL DISCORSO DI SARA CUNIAL ALLA CAMERA CON FONTI VERIFICABILI – Mananera - […] https://www.europeanconsumers.it/2021/09/11/eventi-avversi-segnalati-nelle-terapie-geniche-e-vaccini… […]

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato per rilevare se il visitatore ha accettato la categoria di marketing nel banner dei cookie. Questo cookie è necessario per la conformità GDPR del sito web. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 6014 giorni
  • YouTube

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi