Sentenza di Firenze – polemica irricevibile

Deplorevole petizione di principio da parte di enti e personaggi pubblici in merito al recente procedimento cautelare (scaricabile qui)  del Giudice Susanna Zanda del Tribunale di Firenze.

Il Ministro della Salute Speranza – lontano dai dati reali, immerso in una realtà virtuale e artificiosa – parla incomprensibilmente di una “(…) sentenza assolutamente irricevibile e priva di ogni evidenza scientifica. E’ una sentenza di cui dobbiamo vergognarci”[1] afferma dai microfoni di un noto programma televisivo in consuetudinaria assenza di contraddittorio.

Fa eco Filippo Anelli, presidente della federazione nazionale ordine medici, Fnomceo che parla di ‘provvedimento cautelare fantasioso’ incapace di competere con i dati dell’Imperial College[2].

Lo stesso ordine degli psicologi, si riserva di opporsi attraverso le più opportune sedi e nel rispetto della legge e della comunità.

Ma per opporsi ad una sentenza motivata non sono sufficienti slogan standardizzati mentre per i reati contro l’incolumità pubblica non esiste nemmeno l’immunità parlamentare (Art-68 della Costituzione).

La posizione – e immaginiamo la formazione – di chi in ambito medico contrasta le motivazioni del Giudice non sono giustificabili alla luce delle numerosissime pubblicazioni internazionali che provano senza ombra di dubbio come i ‘vaccini’ non siano tali, si tratta di medicamenti genici sperimentali che mutano il DNA[3] [4] [5](come peraltro confermato dalla Commissione Europea[6]) e dunque imporli con metodi diretti e indiretti costituisce un crimine contro l’umanità oltre che contro la personalità dello Stato[7].

Il fatto è notorio, come afferma la Giudice e dunque non è possibile disconoscerlo. Come non è possibile disconoscere la relazione tra la ‘vaccinazione’ e la formazione di trombi con effetti gravi e mortali ormai accertata senza ombra di dubbio[8] [9] come anche il legame tra la ‘vaccinazione’ Covid e la malattia da prioni (mucca pazza)[10] [11] [12] [13].

Quanto alle referenze genericamente assunte da Anelli per contrastare le ragioni del Giudice Zanda, dobbiamo rammentare l’esistenza di forti conflitti di interesse[14] [15] [16], anche questi impossibile disconoscerli. Come la natura nazi-fascista rilevata dalla Giudice a proposito di sperimentazioni mediche aggressive che speravamo di non dover ulteriormente subire.

L’eclissi intellettuale e morale dimostrata da chi, forse, con manovre intimidatorie e protervia, si oppone all’evidenza dei fatti ha, dunque, del criminale.

Rammentiamo che il Giudice Zanda in data 6 luglio 2022 ha sospeso con una storica sentenza il provvedimento dell’Ordine degli Psicologi della Toscana che aveva vietato ad una dottoressa l’esercizio della professione non essendosi sottoposta al ‘trattamento iniettivo contro Sars Cov 2’: “Trattamenti talmente invasivi da insinuarsi nel DNA alterandolo in un modo che potrebbe risultare irreversibile, con effetti ad oggi non prevedibili per la vita e salute”.

Come abbiamo già ampiamente riportato[17], la Giudice autorizza la psicologa a lavorare sia da remoto che in presenza, esattamente come i colleghi vaccinati in quanto la ‘vaccinazione’ non ha raggiunto il suo scopo di impedire la malattia e assicurare condizioni di sicurezza in ambito sanitario. A sostegno della tesi, la Giudice fa riferimento ai report AIFA ma anche ai report degli istituti di vigilanza Euromomo o Eudravigilance che: “(…) riportano un fenomeno opposto a quello che si voleva raggiungere con la vaccinazione, ovvero un dilagare del contagio con la formazione di molteplici varianti virali e il prevalere numerico delle infezioni e decessi proprio tra soggetti vaccinati con tre dosi”.

Viene, dunque, a mancare il supposto beneficio per la collettività delle misure coercitive messe in atto dal governo.

La sentenza rileva, d’altra parte, la natura ‘personocentrica’ della Costituzione proprio in risposta all’esperienza nazi-fascista per cui non è possibile sopprimere i diritti del singolo a beneficio vero o supposto della collettività e tantomeno sottoporlo ad esperimenti medici invasivi e senza che la persona sottoposta a sperimentazione sia stata debitamente informata.

Di fatto, nota la giudice, un consenso libero e informato non è stato ad oggi possibile dato che i sieri sono coperti da segreto industriale e militare (come è anche emerso in Uruguay[18]) mentre sappiamo che le stesse case produttrici dichiarano di non conoscere gli effetti a medio e lungo termine e sappiamo anche che nel breve termine hanno provocato migliaia di decessi e effetti avversi[19].

La Giudice Zanda sottolinea anche l’aspetto della ‘DIGNITA’ della persona, garantita sia dalla Costituzione italiana ma anche sostanza de “(…) l’Art.1 della Costituzione (non a caso) della Germania”, tornando evidentemente sul tema della contiguità con il pensiero nazi-fascista da parte di norme che indichino diverso orientamento.

D’altra parte vengono nella sentenza rammentati anche il regolamento n. 953/21 e la risoluzione UE 2361/21 che vieta di attuare discriminazioni in base allo stato vaccinale, discriminazione illecitamente messa in atto dall’ordine degli psicologi della Toscana che pretende dalla dottoressa una ‘accettazione del rischio’ di eventi avversi gravi o morte invece di ritirare il provvedimento in autotutela in considerazione della evidenza dilagante degli eventi avversi gravi e mortali seguenti alla vaccinazione e degli stessi contagi sempre più diffusi malgrado oltre l’80% della popolazione sia vaccinata. L’ordine non può non sapere.

European Consumers, dunque, sostiene in pieno le tesi della Giudice Zanda e auspica che un maggior numero di Tribunali si impegnino a riconoscere e affrontare la grave crisi democratica che viviamo.

 

Chiara Madaro – 17 luglio 2022

 

[1] Giulio Gori, ‘Speranza contro la giudice no-vax e la psicologa reintegrata: “ Una sentenza di cui vergognarci”, 16 luglio 2022, disponibile in: https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/cronaca/22_luglio_16/speranza-contro-giudice-no-vax-psicologa-reintegrata-una-sentenza-cui-vergognarci-ef9b7d74-045d-11ed-8739-3d9e408c2a93.shtml

[2] Open, ‘L’Ordine dei Medici al Tribunale di Firenze: “Siate coerenti nel combattere fake news”, 15 luglio 2022, disponibile in: https://www.open.online/2022/07/15/covid-19-ordine-medici-anelli-vs-sentenza-tribunale-firenze-vaccini-fake-news/

[3] 5LB Magazine, ‘Peter Doshi: questa non è scienza – doppiato italiano’, novembre 2021, disponibile in: https://www.youtube.com/watch?v=a2ioO2OzdD0

[4] Pronunciamiento de la UCCSNAL sobre nuevas vacunas genéticas o transgénicas en contexto de SARS COVID19’, disponibile in:  http://uccsnal.org/pronunciamiento-de-la-uccsnal-sobre-nuevas-vacunas-geneticas-o-transgenicas-en-contexto-de-sars-covid19/

[5] Markus Aldén, Francisko Olofsson Falla, Daowei Yang, Mohammad Barghouth, Cheng Luan, Magnus Rasmussen, Yang De Marinis, ‘Intracellular Reverse Transcription of Pfizer BioNTech COVID-19 mRNA Vaccine BNT162b2 In Vitro in Human Liver Cell Line’, febbraio  2022, https://doi.org/10.3390/cimb44030073, disponibile in: https://www.mdpi.com/1467-3045/44/3/73/htm

[6] Chiara Madaro, ‘Seri Covid, integrazione cellulare e modificazione del DNA’, 7 giugno 2022,  https://www.europeanconsumers.it/2022/06/07/sieri-covid-integrazione-cellulare-e-modificazione-del-dna/

[7] https://appuntieconsigli.wixsite.com/appuntieconsigli/delitti-contro-personalita-dello-st

[8] La Nazione, ‘Nesso tra vaccino Covid e trombocitoipenia”: a Pisa sarà risarcito un ragazzo di 16 anni’, 16 luglio 2022, disponibile in: https://www.lanazione.it/pisa/cronaca/vaccino-covid-trombocitemia-1.7890552

[9] Il Giorno, ‘Morta dopo AstraZeneca, la perizia: 2Camilla era sana, effetti avversi del vaccino Covid’, 21 ottobre 2021, disponibile in: https://www.ilgiorno.it/cronaca/morta-dopo-astrazeneca-1.6945243

[10] BSFQH.com, ‘Studies link incurable prion disease with Covid 19 vaccine’, 5 giugno 2022, disponibile in: https://bsfqh.com/studies-link-incurable-prion-disease-with-covid-19-vaccine/

[11] Grate game India, ‘Shocking study reveals mRNA Covid-19 vaccines may progressively degenerate your brain from prion disease’, 10 aprile 2021, disponibile in: https://greatgameindia.com/mrna-vaccines-degenerate-brain-prion/

[12] Neuroscience News and Research, ‘Spike protein study gives more evidence that Covid-19 enters the brain’, 18 dicembre 2020, disponibile in: https://www.technologynetworks.com/neuroscience/news/spike-protein-study-gives-more-evidence-that-covid-19-enters-the-brain-344136

[13] Rhea EM, Logsdon AF, Hansen KM, et al. The S1 protein of SARS-CoV-2 crosses the blood–brain barrier in mice. Nat Neurosci. 2020. doi:10.1038/s41593-020-00771-8

[14] Chiara Madaro, ‘Jeffrey sachs e le origini del male’, 10 luglio 2022, disponibile in: https://www.europeanconsumers.it/2022/07/10/stati-uniti-o-cina-da-dove-arriva-il-virus-alcune-speculazioni-e-conflitti-di-interesse-nel-raggiungimento-della-verita/

[15] Chiara Madaro, ‘Chill Bill – Filantrocapitalismo e suoi effetti collaterali’. 6 2. 2021, disponibile in: https://www.europeanconsumers.it/2021/02/06/chill-bill-filantrocapitalismo-e-suoi-effetti-collaterali/

[16] Chiara Madaro, ‘Capitalismo filantropico e salute pubblica: un legame complesso’, marzo 2021, disponibile in: https://www.academia.edu/45551582/_Capitalismo_filantropico_e_salute_pubblica_un_legame_complesso

[17] Massimiliano Bianco, ‘Importante sentenza del Tribunale di Firenze contro le sospensioni degli psicologi non vaccinati da parte del Consiglio dell’Ordine deigli psicologi’, disponibile in: https://www.europeanconsumers.it/2022/07/14/importante-sentenza-del-tribunale-di-firenze-contro-le-sospensioni-degli-psicologi-non-vaccinati-da-parte-del-consiglio-dellordine-degli-psicologi/

[18] Chiara Madaro, ‘Pfizer e istituzioni obbligate a presentare informazioni in Uruguay. Contratti capestro e impunità penale’, 7 luglio 2022, disponibile in: https://www.europeanconsumers.it/2022/07/07/pfizer-e-istituzioni-obbligate-a-presentare-informazioni-in-uruguay-contratti-capestro-e-impunita-penale/

[19] Chiara Madaro, ‘FISI e medici di cesena contro la 4^ dose. Alcuni dati a sostegno’, 4 luglio 2022, disponibile in: https://www.europeanconsumers.it/2022/07/04/fisi-e-medici-di-cesena-contro-la-4-dose-alcuni-dati-a-sostegno/

2 Commenti

  1. ENRICO

    grazie del bell’articolo. Io, scusate, per completezza, pubblicherezi la sentenza, così la gente può capire meglio cosa c’è in gioco.

    Rispondi
    • Chiara Madaro

      Grazie molte. La sentenza è scaricabile dalla hot Word in azzurro all’inizio dell’articolo ma anche dal precedente articolo dedicato alla sentenza e che ne approfondisce passo per passo i temi e le argomentazioni trattate. Vedremo di mettere il file maggiormente in evidenza. Grazie ancora

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizziamo solo i nostri cookie e quelli di terze parti per migliorare la qualità della navigazione, per offrire contenuti personalizzati, per elaborare statistiche, per fornirti pubblicità in linea con le tue preferenze e agevolare la tua esperienza sui social network. Cliccando su accetta, consenti l'utilizzo di questi cookie.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.


Utilizzato per rilevare se il visitatore ha accettato la categoria di marketing nel banner dei cookie. Questo cookie è necessario per la conformità GDPR del sito web. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 6014 giorni
  • YouTube

Utilizzato per verificare se il browser dell'utente supporta i cookie. Tipo: HTTP Cookie / Scadenza: 1 giorno
  • Google

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi